| categoria: politica, Senza categoria

Grillo, il reddito del 2013 è di 147mila euro: case anche in Francia e Svizzera

​Non ci sarà alcun comizio elettorale di Beppe Grillo a sostegno dei candidati governatori M5s in Emilia Romagna e Calabria. A meno di un ripensamento dell’ultima ora, la decisione è presa: il leader M5s non metterà la sua faccia per incoraggiare il voto M5s nelle due regioni in cui si voterà domenica. La sua firma la mette invece in calce alla dichiarazione dei redditi che ha dovuto trasmettere in Parlamento, che da questa estate ha chiesto di rendere pubblici i dati non solo di deputati e senatori ma anche di tesorieri e «dirigenti di partito». I dati che compaiono su Parlamento.it sono relativi al 2013, anno – per stessa ammissione del leader M5s – non troppo munifico per Beppe Grillo. Già lo scorso anno scherzava sul fatto che fosse dovuto tornare a fare spettacoli a pagamento perchè il suo attivismo politico lo aveva ridotto a guadagni ben più magri di quelli a cui era abituato facendo tournèe in giro per l’Italia.

Nella sua dichiarazione Irpef del 2013 Grillo riporta un reddito lordo di 147 mila euro e proprietà in Italia (la sua villa di Bibbona, più un appartamento a Rimini e un box in Valle d’Aosta), in Francia (a Megève) e in Svizzera (a Lugano). Ha anche una Mercedes Classe A del 2002 e uno scooter Suzuky del 2001. Ma è azionista di tre società: con 10 azioni partecipa alla Banca Popolare etica ed ha una quota del 98% nella società Bellavista, di cui risulta anche amministratore, e una del 99% nella Gestimar, un’immobiliare che, secondo notizie di stampa, custodisce una manciata di appartamenti in Costa Smeralda e un paio di esercizi commerciali, di cui uno poi venduto.

Grillo, a sorpresa, ha deciso di disertare le Regionali: a fianco dei candidati alla presidenza ci saranno solo una manciata di deputati che si spenderanno sul territorio per cercare di portare voti al Movimento. In Emilia Romagna accanto alla candidata governatrice Giulia Gibertoni ci sarà il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio, che chiuderà con lei la campagna a Bologna.

Per sostenere Cono Cantelmi che si candida in Calabria scenderà invece l’ex capogruppo al Senato, Nicola Morra, che chiuderà la campagna di Catelmi e già oggi si è speso on line per incitare i calabresi al voto ed arginare la tendenza astensionista: «Se ognuno di voi facesse anche solo 5 telefonate, avreste dato un grande contributo a questa campagna e al M5S» dice. Grillo è invece intervenuto per lanciare il voto in Calabria con un video comparso sul blog qualche giorno fa, in cui tuttavia non pareva mostrare grande speranza per il risultato del Movimento in Regione: «Magari prenderemo il 2,2%, non so, però è una questione di tempo: ce la faremo anche in Calabria. Magari non ci prendiamo la Regione ma qualche consigliere lo mettiamo. Altrimenti restate lì ..con un ‘manco li canì».

Ti potrebbero interessare anche:

VINO/ Grechetto, re della Tuscia
STORIA INFINITA/ Decadenza Berlusconi, slitta la data
FI/ Il Vademecum del club 'Forza Silvio': riunioni mensili e diffusione del verbo del Cav
JOBS ACT/ Senatrice Pd contusa in aula, "De Petris scalmanata"
Ventenne uccisa a Catania, l'ex confessa: trovati i vestiti insanguinati
Truppe italiane in Lettonia. Gentiloni: "Non è un'aggressione"



wordpress stat