| categoria: politica, Senza categoria

L’ascesa della Lega fa paura, contatti Toti-Alfano per un nuovo patto?

Il futuro del centrodestra passa per l’Emilia Romagna e per le urne delle regionali in programma sabato e domenica. È lì che Forza Italia, Lega e Ncd peseranno i propri voti in vista di un tavolo politico che, prima o poi, dovrà delineare il perimetro delle alleanze di chi intende presentarsi come alternativa a Matteo Renzi. Il Carroccio continua a crescere nei sondaggi: secondo l’istituto Piepoli per l’ANSA, i lumbard per la prima volta vanno in doppia cifra al 10% delle preferenze; mentre Fi perde lo 0,5% e cala al 14% su base nazionale con Ncd e Fdi-An che restano entrambi stabili al 3%. Ma non basta. Dall’urne in Emilia-Romagna potrebbe uscire il clamoroso sorpasso della Lega sul partito di Silvio Berlusconi. Un dato che allarma i forzisti ma anche il Nuovo Centrodestra di Angelino Alfano in forte attrito proprio con i leghisti. In queste settimane, i contatti tra i «cugini» di Fi e Ncd si sono fortemente intensificati anche sulla spinta dell’invito del Cavaliere a ricostituire una nuova alleanza nel centrodestra. Segno del disgelo è una telefonata tra Giovanni Toti ed Alfano: i due avrebbero discusso dei rapporti con la Lega ma anche del quadro politico in vista delle prossime regionali. Un contatto probabilmente utile a preparare un incontro tra Berlusconi e lo stesso Alfano e, magari, alla nascita di «un nuovo contenitore di centrodestra, se non addirittura una lista unica». Il pontiere è Toti che mantiene contatti sempre più frequenti con Lupi e Nunzia De Girolamo, i due di Ncd più propensi al dialogo con Fi. Nell’entourage forzista è stata molto apprezzata l’intervista al Corriere nella quale Lupi ipotizza un «nuovo soggetto politico», ponendo come condizione un’intesa sulla legge elettorale ed un freno «all’estremismo della Lega di Salvini». E le risposte giunte in giornata sono più che positive: su tutti l’apertura del capogruppo Fi al Senato Paolo Romani a modifiche alla nuova legge elettorale che vanno incontro alle attese degli alfaniani su soglie e premio di maggioranza. Si tratta di movimenti politici che vanno, però, tradotti in accordi, a partire da quelli sul territorio. In serata, i vertici di Ncd hanno incontrato i coordinatori regionali del partito per discutere delle alleanze. Due i nodi principali da sciogliere: Campania e Veneto. Ncd, che in Emilia-Romagna e Calabria ha presentato un proprio candidato con l’Udc, stavolta potrebbe decidere di allearsi con centrodestra o Pd. Diverse le sensibilità nel partito: da un lato c’è chi, come Gaetano Quagliariello o Renato Schifani, diffida in una ritrovata intesa con Fi; dall’altro chi, come la De Girolamo, guarda a destra ma pretende che eventuali accordi sulle regionali portino alla nascita di un tavolo nazionale. La prossima settimana è in programma una riunione del tavolo delle candidature azzurre. Qui il nodo da sciogliere sarà anche il rapporto con la Lega. Toti e Salvini chiuderanno insieme la campagna elettorale in Emilia-Romagna, dove i due partiti corrono insieme a sostegno del leghista Alan Fabbri. Toti, nei prossimi mesi, dovrà convincere il Carroccio a rivalutare un’intesa con Alfano, confidando sul fatto che la Lega difficilmente potrà correre da sola, soprattutto se intende confermare Luca Zaia alla guida del Veneto. Berlusconi è convito di riuscire a superare gli ‘scoglì con la Lega: ai suoi confida di essere convinto che l’aggressività di Salvini in questo momento serve ai lumbard ma anche che è segretario della Lega il primo a sapere che senza un’intesa di centrodestra con i suoi voti non va da nessuna parte.

Ti potrebbero interessare anche:

FOCUS/ La campagna d'Italia di Bollorè, Tcl, media, ma non solo
TUMORI/ Piemontese denuncia, la Regione nega la cura salvavita in Lombardia
Ripartono con la novità delle prenotazioni online, le visite al Giardino di Ninfa
Belgio, incendio all'istituto di criminologia: nessun ferito. Il procuratore: "Non è terrorismo...
Pisapia: Alfano in coalizione? Costruiamo campo largo
Trenta, mio marito ha presentato rinuncia per la casa



wordpress stat