| categoria: politica, Senza categoria

FI/ Le minacce di Renzi rompono il patto del Nazareno?

«La clausola decisiva su cui si regge questo Patto» del Nazareno «è che non si sarebbe usata l’arma della prova di forza parlamentare per sancire una modifica dei contenuti, ma solo l’accordo reciproco. Se no salta tutto. Ora le minacce di fare da soli non rompono un patto privato, ma sono un pugno in faccia alla democrazia, usando per cambiare le regole il Parlamento che massimamente le ha tradite nel suo stesso costituirsi». È quanto si legge in una nota del «Mattinale» del gruppo Fi alla Camera. («Pacta sunt servanda – prosegue la nota – Il Patto del Nazareno sanava al meglio, dopo la sentenza della Corte Costituzionale, il vulnus di un Parlamento fuori legge. I due partner si riconoscevano identici quanto a dignità e forza contrattuale e garantivano in tal modo un’ampia maggioranza nelle due Camere e nel Paese. Trovando così una soluzione di buon senso alla questione della squalificata consistenza democratica del Parlamento».

Ti potrebbero interessare anche:

IL PUNTO/ Un vincitore morale già c'è: il Cavaliere
Uniti per una gestione virtuosa dei rifiuti
RIFORME/ Fallita la mediazione, scatta il "canguro". E in aula è l'inferno
BIRRAFONDAIO/ Birra, sole, mare e musica al Tahiti Club, sul litorale di Fondi
Milan, ufficiale il ritorno di Mario Balotelli
DOVE CERCARE LA CERAMICA/ A Vietri Sul Mare



wordpress stat