| categoria: esteri

Ferguson, Gran giurì: agente non sarà incriminato. Obama: ora moderazione

Darren Wilson, il poliziotto che a Ferguson sparo’ e uccise il diciottenne nero Michael Brown, non sara’ incriminato. Lo ha deciso il Gran giurì dopo aver ascoltato una sessantina di testimoni, le registrazioni audio, i risultati delle autopsie e la deposizione dello stesso Wilson. Per i giurati non ci sono prove sufficienti. L’annuncio e’ arrivato in serata dal procuratore Robert McCulloch, nel tribunale affollato da giornalisti mentre fuori sono in corso manifestazioni di protesta. Il pm ha fornito dettagli su quanto accaduto quel giorno e la dinamica della sparatoria quando il poliziotto e Brown hanno avuto un alterco e l’agente ha riportato ferite al viso, dopo essere stato colpito dal diciottenne. Il pm ha detto anche che le deposizioni dei testimoni non sempre combaciavano tra loro e con i fatti accaduti.

“Siamo una nazione basata sullo Stato del diritto, dobbiamo accettare il fatto che questa è stata la decisione del Gran giuri’. Ci sara’ gente arrabbiata. Ma mi unisco alla famiglia Brown nel chiedere manifestazioni pacifiche”. Cosi’ Barack Obama dopo l’annuncio che l’agente Darren Wilson non sara’ incriminato per la morte di Mike Brown. “Dobbiamo riconoscere che questa non e’ solo una questione che riguarda Ferguson, ma l’America”. “C’e’ una questione reale nel Paese”, ha aggiunto Obama, sottolineando come ci sia “una profonda sfiducia tra la polizia e la comunita’ afroamericana”. “Questo – ha spiegato il presidente americano – e’ l’eredita’ di una lunga storia di discriminazione nel nostro Paese. E’ necessario – ha proseguito – riconoscere come la situazione di Ferguson parla all’intero Paese e mostra le piu’ ampie sfide che noi ancora affrontiamo come nazione”. Obama ha chiesto alla polizia di Ferguson di dar prova di moderazione nel trattare coi manifestanti. “Non si possono fare progressi lanciando bottiglie. Ma esorto la polizia alla moderazione”.

Il padre di Michael Brown si e’ detto “devastato” dopo l’annuncio della decisione del Gran giurì. “Siamo profondamente delusi per il fatto che l’assassino di nostro figlio non dovra’ rispondere delle sue azioni”, ha affermato quindi la famiglia Brown, che ha lanciato l’ennesimo appello alla calma, chiedendo ai manifestanti di non cedere alla violenza. “Esorto le persone a manifestare, ma in modo costruttivo. Tutto il mondo sta guardando come reagiamo”. Lo ha detto il pm Robert McCulloch dopo aver annunciato che Darren Wilson, l’agente che ha ucciso a Ferguson il diciottenne nero Michael Brown, non sarà incriminato “Nessun giovane dovrebbe morire”, ha aggiunto. McCulloch ha poi detto di non essersi pentito di aver affidato la decisione sul caso al Gran giuri’ e non al giudice: “E’ stata fatta un’indagine completa”, ha spiegato.

Alta tensione per le strade di Ferguson, in Missouri, dove finora non si sono verificati significativi scontri. Ma le tv mostrano alcuni tafferugli, come un gruppo di manifestanti che ha assalito un’auto vuota della polizia spaccando vetri e parabrezza. Subito sono intervenuti gli agenti in tenuta antisommossa. Alcuni spari sono stati uditi nei pressi della stazione di polizia, colpi sparati in aria. Mentre la protesta monta anche in altre citta’ americane. A New York tensione a Union Square, dove si era radunata una discreta folla in attesa del verdetto. Manifestazioni anche a Seattle, nello stato di Washington. Mentre a New York un corteo spontaneo partito da Union Square marcia verso Times Square, in alcune zone dela citta’ di Ferguson sono state sfondate le vetrine di alcuni negozi, e la polizia e’ dovuta intervenire con i gas lacrimogeni. La situazione complessiva, comunque, sembra al momento sotto controllo.

Ti potrebbero interessare anche:

Spagna, Catalogna sfida Madrid: file ai seggi per dire sì all'indipendenza
Siria, Nato organizza summit d'emergenza per crisi frontiera turca
USA2016/ Hillary trema, Sanders la stacca anche in Iowa
Colpo alla mafia statunitense, Fbi arresta 46 affiliati a Cosa Nostra
LIBIA/ Isis accerchiato a Sirte, "è prossimo alla fine"
FRANCIA: MORTO IL GENDARME CHE SI ERA OFFERTO COME OSTAGGIO



wordpress stat