| categoria: Roma e Lazio, Senza categoria

Pancalli si dimette da assessore, è l’inizio del rimpasto?

Luca Pancalli accelera il mini-rimpasto capitolino e comunica le sue dimissioni irrevocabili da assessore allo sport in una intervista a ‘La Gazzetta dello Sport’, ma aggiunge, quasi togliendosi qualche sassolino dalla scarpa: «Ho cominciato e finito con spirito di servizio. Il passo indietro è quasi fisiologico: quando la partita diventa più politica, non è la mia partita. Prima vengono le istituzioni, dopo le persone». Pancalli in questi mesi si era «sdoppiato» tra il lavoro di assessore e quello di presidente del Comitato Paralimpico e qualche giorno fa il presidente del Coni ha chiesto che a guidare la macchina di Roma 2024 sia anche lui. Insomma, dimissioni annunciate che però non calmano i malumori della maggioranza. Per il momento, nessun commento dal sindaco Ignazio Marino, che dovrebbe parlare venerdì in giunta quando le dimissioni verranno formalizzate. A parlare ci pensano diversi consiglieri, a partire da Fabrizio Panecaldo, consigliere Pd di Roma Capitale: «Sono profondamente dispiaciuto per questa sua decisione, che tuttavia rispetto, e ancor più per il fatto che, nonostante spirito di servizio e impegno lo abbiano collocato di diritto tra i migliori esponenti della Giunta capitolina, sia stato messo continuamente nel tritacarne mediatico tra coloro che potevano saltare. Una squadra di governo andrebbe rafforzata, non depauperata». Parole che trovano riscontro in quelle di Francesco D’Ausilio (Pd): «La perdita del suo contributo però in questo momento è molto pesante e apre un vuoto». Gianluca Peciola, capogruppo Sel in Campidoglio, si dice «preoccupato e dispiaciuto per la scelta di Pancalli», mentre Alessandro Onorato, capogruppo della Lista Marchini in Campidoglio, si dice sicuro che le dimissioni dell’assessore sono «l’ulteriore dimostrazione che l’esperienza di Marino è fallimentare e sta per concludersi». Intanto, il nome che vacilla è quello dell’assessore Cutini; per il resto si parla di cambio di deleghe: Paolo Masini potrebbe prendere quella alla Scuola, mentre la Cattoi potrebbe essere destinata al Turismo. L’attesa in questi giorni è però tutta concentrata sulla conferenza programmatica del 28 e 29 novembre, dove l’idea degli organizzatori, che hanno invitato i ministri romani, il presidente della Regione Zingaretti e il sindaco Marino, è quella di ripartire dalle priorità di Roma. Pancalli è il terzo assessore uscente dalla giunta dopo Daniela Morgante, ex assessore al bilancio sostituita da Silvia Scozzese, e Flavia Barca, ex assessore alla cultura, alla quale è subentrata Giovanna Marinelli.

Ti potrebbero interessare anche:

MONTEPASCHI/ Grilli, al Tesoro l'82% di Mps se non rimborserà il prestito
Mogherini, meno soldi ad ambasciatori e diplomatici
Aereo abbattuto, Kiev accusa i filorussi di distruggere le prove
Ma il teatrino attorno al Colle riguarda anche gli italiani?
L'ULTIMA/ Causi vicesindaco con l’okay di Renzi?
Trovato UN cadavere nello stadio Flaminio



wordpress stat