| categoria: Roma e Lazio

Affaire Di Stefano, avvisi di garanzia a tre manager di Lazioservice

Avvisi di garanzia in cui si ipotizzano i reati di truffa e di abuso d’ufficio sono stati notificati a tre dirigenti di “LazioService”, società partecipata dalla Regione Lazio, nell’ambito dell’inchiesta sulla presunta tangente da 1,8 milioni di euro destinata al deputato Pd Marco Di Stefano dai costruttori Pulcini.

I destinatari dei provvedimenti sono Giuseppe Tota, direttore generale e direttore Affari Legali, Tonino D’Annibale, direttore amministrazione, e Claudia Ariano, direttore Innovazione e Sviluppo. Il loro coinvolgimento nell’inchiesta giudiziaria è legato, secondo quanto si è appreso, alla certificazione della congruità dei contratti di affitto di due immobili di proprietà del gruppo guidato da Antonio e da Daniele Pulcini per ospitare gli uffici di Lazio Service. Da quell’operazione sarebbe derivata la presunta tangente intascata da Di Stefano.

Ti potrebbero interessare anche:

Ostia, allarme rosso. Incendiato anche il ristorante del "Nuova Pineta". Racket?
TRASPORTI/ Improta, 140 milioni per Roma non bastano
IL PUNTO/ Il marcio di Roma, e adesso fuori i nomi
Campidoglio, Grillo sui dipendenti: "Negli uffici comunali ci saranno esuberi"
RIFIUTI/ Scoperto un sistema illegale, sigilli all'"isola ecologica"gestita dai rom
Lazio secondo polo tecnologico d’Italia



wordpress stat