| categoria: Venezia

Lotta alla contraffazione, la Regione Veneto firma un protocollo

L'asasessore al Lavoro Elena Donazzan e il prefetto di Venezia Domenico Cuttaia

L’assessore regionale al lavoro, Elena Donazzan, ha proceduto alla firma di un protocollo d’intesa, primo esempio in Italia del suo genere, per la lotta alla contraffazione ed alla pericolosità dei prodotti, a tutela della concorrenza leale, della sicurezza e la salute dei consumatori. Una iniziativa questa molto attesa da tutto il comparto produttivo e commerciale che soffre fortemente questo fenomeno divenuto ormai per la sua dimensione una vera piaga sociale. Dopo tre lunghi anni di lavoro, come ha spiegato l’assessore, durante il quale il dialogo con le attività produttive presenti attraverso le loro rappresentative, è stato lungo, difficile e meticoloso visto la complessità della materia che accomuna tutte le categorie, si è giunti alla firma di un protocollo di intesa. Nel presentare nella sede della Regione Veneto a Palazzo Balbi l’importante iniziativa l’assessore Donazzan è stata affiancata dal prefetto di Venezia, Domenico Cuttaia e dal Presidente di Unioncamere del Veneto, Fernando Zilio che hanno più volte voluto sottolineare la finalità dell’iniziativa indirizzata a garantire la concorrenza leale, la sicurezza e la salute dei cittadini. Purtroppo il fenomeno della contraffazione oltre a creare un notevole danno all’erario con evasione dell‘IVA e delle imposte sui redditi, genera un rilevante danno sociale derivante dallo sfruttamento di soggetti deboli, disoccupati o extracomunitari assoldati spesso da organizzazioni malavitose che con ingenti guadagni illeciti sovvenzionano la criminalità organizzata. Questa che è ormai divenuta una vera “piaga sociale” a volte purtroppo anche tollerata per una certa forma di buonismo, sta mettendo in seria difficoltà la struttura produttiva e commerciale del nostro Paese causando inoltre attraverso la concorrenza sleale, la perdita di posti di lavoro, fenomeno purtroppo già preoccupante a causa delle serie difficoltà economiche attualmente presenti. La firma del protocollo d’intesa impegna tutte le organizzazioni aderenti ad un lavoro comune, garantendo così una maggiore incisività nel combattere il fenomeno ormai dilagante; numerosissimi gli enti che con i loro massimi rappresentanti hanno aderito a questo appuntamento certi che un maggior coordinamento tra tutti può rendere decisamente più efficiente l‘opera di contrasto ad un fenomeno che ha raggiunto ormai livelli insostenibili: la Regione Veneto con i loro assessorati competenti, le Prefetture del Veneto, Unioncamere del Veneto e relative Camere di Commercio, Università degli Studi di Padova, Venezia e Verona, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Istituto Nazionale Previdenza Sociale, tutte le Associazioni di Categoria del Veneto, le Province con la propria Polizia Locale, i Comuni Capoluogo e propria Polizia Locale, Dipartimento dei Vigili del Fuoco, Istituto Nazionale Previdenza Sociale, le Associazioni dei Lavoratori e quelle dei Consumatori. Per adesione hanno partecipato l’Arma dei Carabinieri – Comando Legione Veneto, Corpo della Guardia di Finanza – Comando Regionale Veneto e le Questure di Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona e Vicenza. A conclusione di questo importante appuntamento l’Unioncamere ha presentato uno studio prendendo come esempio significativo la presenza della comunità cinese che opera nel nostro paese, particolarmente insediata in Toscana e Veneto; solo per citare alcuni dati estremamente significativi la Cina risulta essere il primo paese di origine dei prodotti contraffatti con il 66% dei prodotti sequestrati e l’Italia risulta essere primo Paese Ue per numero di articoli; nel 2000 gli imprenditori cinesi erano 930 ed oggi, a fine settembre sono 7.477; la contraffazione in Italia genera ogni anno un fatturato di quasi 7 miliardi di euro, pari al 3,5% del commercio mondiale di merci contraffatte che risulta essere di circa 200 miliardi.
Gian. Schiaffino.

Ti potrebbero interessare anche:

Venezia, cinesi alla conquista del mercato di Rialto?
Epifania: Regata delle Befane sul Canal Grande
Nasce VivoVenetia, nuovo booking on line
VENEZIA/ Come nei film, la municipale assalta il fortino degli spacciatori
Orti di Venezia" per l'arte: l'azienda sosterrà il restauro della scala d'oro di palazzo Ducale
Mose, il giorno della verità



wordpress stat