| categoria: turismo

Dopo le alluvioni Genova si rialza e si fa bella per il Natale

Genova risorge dopo l’alluvione programmando per le festività natalizie numerose iniziative in tutta la città dall’8 dicembre: presepi, mercatini, botteghe storiche, concerti, mostre, musica, rievocazioni, il Circumnavigando Festival e molti altri eventi.

Palazzo Ducale ospita fino all’8 febbraio 2015 la mostra Frida Kahlo e Diego Rivera, un percorso artistico e biografico di una delle coppie più celebri dell’arte del Novecento attraverso 120 opere. Il Teatro Carlo Felice dal 20 dicembre avrà in cartellone la Tosca di Giacomo Puccini.

Quindici musei genovesi offriranno 100 appuntamenti straordinari fino al 6 gennaio 2015. Dall’Antico Egitto ad Arcimboldo, dal Giappone di Hokusai alla scultura di Francesco Messina, dai monocromi di Piero Manzoni ai colori degli Uccelli del Paradiso (specie originarie della Nuova Guinea, Indonesia, Australia).

Per chi non ha ancora pensato ai regali di Natale ci sarà il tradizionale Mercatino di San Nicola in Piazza Piccapietra, lo Xmas Artshop del Museo Luzzati e dal 12 al 21 dicembre (con una anteprima dal 6 all’8 dicembre) il Palasport della Fiera di Genova si trasforma nel Santa Claus Village con Natalidea.

Palazzo Lomellino, uno dei Palazzi dei Rolli Patrimonio dell’Umanità Unesco, ospita fino all’11 gennaio la mostra ‘Arte Ottomana, 1450-1600. Natura e Astrazione: uno sguardo sulla Sublime Porta’. In contemporanea all’esposizione di Palazzo Lomellino, si terrà la mostra organizzata dal Comune di Genova ‘Turcherie’ fino al 18 gennaio 2015 a Palazzo Bianco.

L’accensione dell’abete natalizio in Piazza de Ferrari avverrà l’8 dicembre, sabato 20 dicembre sarà la volta del Confeugo, la cerimonia che rievoca l’omaggio dell’Abate del Popolo al Doge con l’accensione del gran ceppo di alloro e affascinanti coreografie in costume.

Dal 26 dicembre al 6 gennaio torna Circumnavigando, festival internazionale di Teatro e Circo Contemporaneo, ideato e promosso dall’Associazione Culturale Sarabanda.

A Genova in arrivo anche i 50 serpenti più velenosi del mondo, che saranno in mostra, vivi, al Museo di Storia naturale. Per Capodanno il Teatro della Tosse porta in scena Masque di Capodanno 2015. Il Politeama Genovese festeggia l’arrivo del nuovo anno con Maurizio Lastrico in ‘Quello che parla strano’. Al Teatro della Corte appuntamento con ‘L’importanza di chiamarsi Ernesto’ di Oscar Wilde con Geppy Gleijeses, Lucia Poli e Marianella Bargilli. Il Teatro della Gioventù propone lo spettacolo ‘Il Rompiballe’ di Francis Veber. Per iniziare l’anno in musica il primo gennaio 2015 tradizionale appuntamento al Teatro Carlo Felice con il Concerto di Capodanno diretto da Felix Krieger con Michail Lifits al pianoforte.

Una curiosità: nell’unica chiesa della Liguria con la facciata rivolta verso Nord, il Santuario della Madonnetta, costruito in soli 15 mesi tra il 1695 e il 1696 a seguito delle apparizioni della Madonna a Padre Carlo Giacinto Sanguineti, c’è un capolavoro di presepe.

Per chi vuol apprezzare la tradizione in cucina, l’appuntamento è con l’Antica Ostaria Pacetti. Travolta dalle alluvioni 4 volte in 44 anni, è stata invasa da fango e acqua anche il 9 ottobre scorso: ma è pronta a riaprire a metà dicembre e offrire il suo cappon magro richiesto anche in Svizzera.

Tirate a lustro saranno anche le 30 botteghe storiche, frequentate da Garibaldi, Mazzini, Mameli, Marconi, Pertini: saranno oggetto di visite guidate.

Ti potrebbero interessare anche:

TURISMO/Sicilia alla Bit di Milano, tra musei virtuali e siti Unesco
Matera, dal 4 all'8 dicembre presepe vivente nei Sassi
"A corto di vino", universitari di Siena mettono Orcia in video
La Stonehenge delle Alpi apre a giugno
Il 2017 è l'anno dei borghi
Dieci mete non convenzionali per l'addio al celibato o nubilato



wordpress stat