| categoria: Senza categoria, turismo

A tutto sci, le Dolomiti si fanno belle

Le Dolomiti sono un vero paradiso per chi ama sciare o semplicemente passeggiare con le racchette o fare una corsa tra i boschi su una slitta trainata da cavalli o cani. Per i più temerari ci sono il taxi-bob, folle discesa sul ghiaccio, e lo snowrafting, che garantisce velocità ed emozioni a bordo di un gommone scendendo lungo i pendii più ripidi.

Cortina d’Ampezzo è il salotto alpino più raffinato d’Italia: l’elegante e mondana cittadina è circondata dalle cime del monte Cristallo e delle Tofane, montagne che hanno fatto la storia dello sci. I 140 chilometri di piste, che fanno parte del grande comprensorio del Dolomiti Superski e sono divise in tre aree sciistiche (Ski Area Faloria, Tofana, Lagazuoi-5 Torri), sono servite da 43 impianti di risalita e offrono anche trampolini per il freeride e lo snowboard nel parco Cortina Snow Ice e deliziosi tracciati nei boschi e tra i laghi per lo sci nordico (7 chilometri di cui 2 illuminati per sciate notturne). Per i più esperti ci sono alcune tra le piste nere più belle delle Dolomiti – Vertigine Bianca, Labirinti, Forcella Rossa – e ripidi canalini per spettacolari fuoripista come Creste Bianche, Bus di Tofana e Sci 18. Le gare di Coppa del Mondo si svolgono sulla pista Olympia delle Tofane, usata spesso per girare scene cinematografiche di inseguimenti sugli sci. Ovunque sulle piste di Cortina si pratica lo slow ski, un modo lento e riflessivo di approcciare lo sci, apprezzando le discese, curva dopo curva e in tutta tranquillità. Mecca dello slow ski è la pista Vitelli del Faloria, la più panoramica, lunga tre chilometri; a quota 2.150 metri c’è un’area relax da dove si gode il maestoso monte Cristallo e il lago di Misurina con le mitiche Tre Cime di Lavaredo. Le guide alpine Dolomiti Ski Rock organizzano per gli sciatori meno spericolati diversi tour sulla neve, come quello dei cinque sensi che permette di ammirare lo spettacolo delle Dolomiti, patrimonio dell’Umanità per l’Unesco, di scoprire i luoghi dolomitici dove si combatté durante la Grande Guerra e di gustare i piatti tipici di montagna nei tanti rifugi alpini. Ogni inverno Cortina e le sue piste fanno tendenza: tra le discipline più alla moda ci sono lo snowkite, dove si viene trainati da una vela gonfiata dal vento, e il Ktrack, che permette di fare acrobazie sul ghiaccio a bordo di una bicicletta speciale. Accompagnati dalle guide alpine e sulle orme di film d’avventura come Cliffhanger, si scalano le cascate e le pareti di roccia più spettacolari delle Dolomiti. Interessante è anche la proposta Super8 Ski tour sugli sci o al traino di cavalli: 8 montagne – Tofana, Pelmo, Civetta, Marmolada, Fanes, Averau, 5 Torri e Conturines – e altrettanti rifugi e ristoranti si incontrano lungo un percorso che si snoda tra le piste dell’Averau Troi e dell’Armentarola.

Tanti sono gli appuntamenti sportivi ma numerosi sono anche gli eventi legati alla moda, al benessere e al divertimento: dal 5 all’8 dicembre si può assistere al Cortina long fashion weekend, rassegna benefica che dà l’avvio alle luminarie e ai festeggiamenti natalizi con sfilate, letture di fiabe per bambini e dimostrazioni gastronomiche di 12 chef stellati. Anche le baite, i rifugi e le piste del comprensorio festeggiano con musica, mostre e menu tipici. Il 3 gennaio si svolge l’evento Calici di stelle ad alta quota per diffondere le eccellenze enogastronomiche del territorio abbinate ai produttori di vino italiano.
Cortina fa parte, insieme ad altre località di due regioni e 12 valli, del grande comprensorio Dolomiti Superski, che per festeggiare i suoi 40 anni di vita offre agli appassionati di sci la promozione Super Birthday: 40 euro di sconto per chi acquista uno skipass di quattro giorni, dal 21 al 26 dicembre – White Christmas 2014 – e dal 4 aprile 2015 fino al termine della stagione invernale (Great Finale 2015). Lo skipass giornaliero costa 49 euro. Gli impianti aprono il 5 dicembre, neve permettendo. Info: http://cortina.dolomiti.org

Selva di Cadore sorge nel cuore delle Dolomiti bellunesi, ai piedi del monte Pelmo in val Fiorentina, e fa parte del comprensorio sciistico Ski Civetta con più di 80 chilometri di piste collegate tra loro, dominate dalle alte cime della Marmolada e del Civetta. Selva offre 8 piste di varia difficoltà che scendono dal monte Fernazza verso Alleghe e dall’altro versante verso il centro dolomitico. Da quest’anno a Selva c’è una nuova pista nera, Cima Fertazza, che parte a sinistra dell’arrivo dell’omonima seggiovia e si congiunge con la pista Le Ciaune. Gli appassionati di snowboard hanno due Snowpark a disposizione per salti e acrobazie: uno si trova nella zona di Alleghe, vicino alla pista Baldi, e l’altro a Zoldo, sotto la seggiovia Cristelin, aperto anche di sera. Chi frequenta la località con bambini può recarsi nella vicina località di Santa Fosca, ai piedi del monte Pelmo, dove ci sono un campo scuola, un parco giochi con slitte, bob e gonfiabili. Per gli amanti dello sci nordico, in località Peronaz, a 1.600 metri d’altezza, c’è un centro attrezzato con 4 percorsi ad anello, di difficoltà media, immersi in un ambiente incantevole. Selva regala anche passeggiate sulla neve ed escursioni, il giro della Grande Guerra, alla ricerca di fortini e trincee. I 23 impianti di risalita rimangono chiusi per mancanza di neve ma si prevede che entreranno in funzione a metà dicembre. Il giornaliero costa 44 euro. Info: www.valfiorentina.it

Ti potrebbero interessare anche:

Ipotiroidismo, 36% pazienti fatica a seguire correttamente cure
Roma Tre, Panizza eletto rettore al primo turno
Pa, il ministro Madia firma la circolare, via i pensionabili
Formaggi delle malghe bellunesi protagonisti all'Expo
Fassina è quasi un addio, caccia aperta ai suoi voti. E Sel tratta direttamente con il Pd
Risale la disoccupazione, quella giovanile è quasi al 40%



wordpress stat