| categoria: litorale, Senza categoria

PORTI/ Civitavecchia, protocollo con Tunisi per rafforzare gli scambi

«Siamo particolarmente felici perché oggi qui si è concluso per il settore trasporti, il semestre di presidenza italiana, la Commissione europea e la Unione per il Mediterraneo, hanno scelto Civitavecchia per questo importante evento, una conferenza di alto livello, nella quale si è discusso ampiamente di rapporti commerciali ma soprattutto di reti transmediteranee. Siamo onorati del fatto che il porto di Roma sia stata scelto per questo evento». Lo ha detto all’Adnkronos, Pasqualino Monti, presidente dell’Autorità portuale di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta e presidente di Assoporti a margine della firma di un protocollo di intesa con il presidente del porto di Tunisi e dell’associazione dei porti della Tunisia, Imed Zammit che ha voluto sottolineare l’importanza della firma di questo protocollo perché contribuirà allo sviluppo del commercio marittimo e al rafforzamento degli scambi commerciali e non solo. Pasqualino Monti ha poi annunciato che «presto verrà sottoscritto un intesa simile con il porto del Regno di Giordania lo sottoscriveremo anche il porto del Regno di Giordania, e soprattutto con il porto di Valencia, – ha spiegato il presidente dell’Autorità portuale di Civitavecchia – non tanto per sottoscrivere protocolli o firmare pezzi di carta, ma con la concretezza di chi è convinto che questi rapporti che oggi intercorrono commercialmente tra i nostri porti possano essere un valore aggiunto per l’ottenimento di fondi presso la Comunità Europea». Il presidente ha anche firmato un protocollo di intesa con l’interporto di Verona definito importante per il mercato interno e per il movimento di merci, ha poi sottolineato come «Civitavecchia ricade nel comprehensive network e chiaramente ci auguriamo a breve possa essere porto di core network essendo il porto della Capitale, e nonostante questo il porto ha ambiziosi progetti di crescita anche nel settore delle merci, quindi noi stiamo partecipando a delle call in Europa molto importanti e il valore aggiunto ci proviene proprio dalla sottoscrizione di questi protocolli e quindi nostri partner e sono appunto Tunisi, Valencia e l’interporto di Verona

Ti potrebbero interessare anche:

Papa Francesco, a luglio a Rio de Janeiro, probabile una trasferta ad Assisi
L'incredibile storia di Christopher Froome
TAV/ Gli anarchici incitano al sabotaggio: la lotta esca da Val di Susa
L'inquinamento uccide 34mila italiani all'anno
Bufera in Campidoglio, spiazzati i vertici del M5S: non sappiamo nulla
Atac, ok Giunta al piano di rientro



wordpress stat