| categoria: politica

Regionali, Forza Italia : “Fitto miglior candidato, non servono primarie”. “Non sta né in cielo né in terra”

Botta e risposta interno a Forza Italia, che tira Raffaele Fitto per la giacca e butta là l’offerta di farne il candidato del centrodestra alle Regionali senza primarie. Secca replica dell’interessato che chiude la storia con un secco ‘non sta né in cielo né in terra”.

LA PROPOSTA DEL PARTITO – “Il Comitato per le Regionali che mi onoro di presiedere, dopo aver vagliato la situazione politica in Puglia in vista delle elezioni regionali in programma nella prossima primavera, ha ritenuto che il miglior candidato di Forza Italia e del centrodestra sarebbe l’onorevole Raffaele Fitto”: così il senatore di Fi, Altero Matteoli, in una nota. Dunque, Forza Italia butta sul tavolo la proposta affinché l’ex ministro accetti la candidatura a presidente della Regione Puglia, carica da lui già ricoperta prima dell’inizio dell’era Vendola. Se Fitto accetterà, non si saranno primarie, precisa Matteoli.

LE MOTIVAZIONI – “La sua capacità politica – spiega Matteoli di Fitto – è attestata anche dal consenso che negli anni ha ricevuto dai pugliesi e il risultato personale ottenuto, da ultimo, alle elezioni per il Parlamento europeo ne è un’ulteriore riprova. Non c’è dubbio che il voto degli elettori per Fitto valga ancor più di una qualunque altra consultazione, persino anche di eventuali primarie. “Anche a nome degli altri componenti del Comitato i capigruppo Paolo Romani e Renato Brunetta, il senatore Denis Verdini, gli onorevoli Giovanni Toti e Sestino Giacomoni – si legge ancora – chiedo pertanto all’amico Raffaele Fitto di valutare la sua candidatura a presidente della Regione Puglia, nella certezza che egli ha tutte le potenzialità per vincere una battaglia difficile ma di grande valenza politica. Gliene saremmo grati ma lo sarebbero di più i pugliesi”.

LA REPLICA – “Possibile che non lo si capisca? – risponde però a stretto gito l’europarlamentoare – possibile che si insista a proporre una mia candidatura che non sta in cielo nè in terra? Ripeto fino alla noia: qualunque scelta che escluda il coinvolgimento diretto dei cittadini è un errore drammatico”.

Ti potrebbero interessare anche:

Lusi, la Corte dei Conti lo condanna: risarcisca 22 milioni allo Stato
MOLISE/ Spese pazze in Consiglio, seimila euro per acqua-orzo-caffè
Scuola, conferma ddl, su precari "risposta importante"
Il Cav chiude sulle Regionali. Tensioni con Verdini ma niente strappi
PA/ Sabato la protesta dei sindacati, arriva la misura sblocca-atti
Reggia di Caserta, scontro sindacati. Renzi, noi più forti



wordpress stat