| categoria: gusto

La cultura della birra è online con ILoveBeer.it

Il percorso culturale di Heineken Italia nasce nel 2006 come progetto di formazione dei Punti di Consumo, attuato attraverso una squadra di Ambasciatori della Cultura della Birra che, utilizzando materiali specifici come il Manuale di formazione Heineken Italia che racchiude il know how aziendale in termini di cultura di prodotto e servizio, si dedica alla formazione e al coinvolgimento diretto di gestori di locali, barman e sommelier con l’obiettivo di offrire al consumatore finale un servizio e un prodotto di qualità.

Nel biennio 2007-2008 l’attività di formazione si affina con la realizzazione del Manuale di Cultura Birraria per i Punti di Consumo e del magazine periodico I Love Beer, destinato a 30.000 locali in tutta Italia. Nasce la piattaforma I Love Beer che include tutti i progetti di cultura birraria attivi in Azienda.

L’esperienza formativa, unita al bagaglio di conoscenze e alla crescente attenzione verso il mondo birrario, suggerisce ad Heineken Italia di realizzare, nel 2010, un libro di taglio divulgativo, distribuito anche in libreria, per mettere a disposizione anche del consumatore finale un patrimonio di conoscenze e informazioni che, fino ad allora, era stato appannaggio dei soli addetti ai lavori: è il Manuale di cultura birraria.

I Love Beer, da strumento di formazione, si evolve in progetto di comunicazione e informazione. Nel 2011 il passaggio dal cartaceo all’online: nasce il portale www.ilovebeer.it.

ILOVEBEER.IT: UN PROGETTO ALL LINE
Lanciato nel 2011, il portale ILoveBeer.it parla di birra e di cultura birraria attraverso contenuti originali, informazioni autorevoli, con un approccio organico alla cultura di prodotto. Perché chi conosce la birra sa apprezzarla autenticamente, cogliendo il valore della sua esperienza sensoriale e gustativa, in condivisione, spesso associato al buon cibo della tradizione italiana e non. Il portale promuove un nuovo modello di consumo più evoluto, più aperto a nuove modalità e momenti, più curioso verso le diverse tipologie di birra, più attento alla qualità del servizio, quindi più consapevole e responsabile.
Si tratta di un vero e proprio progetto editoriale, un network che coinvolge una redazione e un team di consulenti (redattori e blogger). Al know how di Heineken si aggiunge dunque la professionalità e la sensibilità di anime esterne all’Azienda.

2011 2010 2007-2008 2006
Questi i messaggi chiave promossi da ILoveBeer.it:
 naturalità delle materie prime: 4 semplici ingredienti naturali danno vita ad un mondo di valori e
cultura;
 il mondo della birra comprende centinaia di tipologie adatte a tutti i gusti e a tutti i momenti di
degustazione: “non esiste la birra, ma esistono LE birre”;
 il consumo responsabile è anche un consumo consapevole: è importante informare il consumatore
per “educarlo” a scegliere la birra più adatta alle proprie esigenze;
 la birra perfetta è quella servita correttamente: dalla conservazione alla temperatura, dalla spillatura
(spina o bottiglia) alla degustazione, dalla scelta dei bicchieri agli abbinamenti con il cibo.

IL PORTALE ONLINE…
ILoveBeer.it si struttura in:
 una web platform articolata in 10 sezioni: Birra perfetta, Beer Lovers, Ricette, Birra a tavola, Beer News, Birra Dove, Appuntamenti e Beercalendar, Beerpedia, Beer Tasting e ILoveBeer.tv
 2 blog tematici che raccontano il mondo che ruota intorno alla birra: Mr. Lovebeer e Pinta in Cucina
 3 profili di Mr LoveBeer sui principali social network: Facebook, Twitter e Youtube, per dialogare,
anche attraverso strumenti di condivisione, con la community italiana degli appassionati di birra
 una sezione in inglese

… E OFFLINE: AD OGNI PIATTO LA SUA BIRRA
ILoveBeer.it vive anche offline attraverso il ciclo di cene promosso dal portale in collaborazione con Partesa, società distributrice del Gruppo Heineken. L’iniziativa ha coinvolto 8 ristoranti di Milano nel 2012 e 16 ristoranti in tutta Italia nel 2013. Un network che quest’anno è salito a 20 partner gastronomici. In tre anni sono state organizzate 44 cene organizzate e distribuiti più di 3.000 folder informativi. Durante le serate in programma gli chef propongono, in collaborazione con un Beer Ambassador Heineken, una selezione di birre del Gruppo in abbinamento e in ricettazione all’interno di un menu creato ad hoc per guidare i clienti alla scoperta della birra a tavola, facendo cultura di prodotto e stimolando l’attenzione sulla tematica birraria.

2012: L’ANNO DELLA SCHIUMA
Nel 2012, al fine di sfatare falsi miti e luoghi comuni che ruotano intorno alla birra e in particolare alla schiuma,
nasce il progetto La Birra Perfetta – L’importanza della schiuma che si concretizza in:
 L’indagine “Gli italiani e la schiuma” (curata da Nextplora) sulla percezione degli italiani in tema di
schiuma, punto di partenza scientifico per definire lo scenario e individuare i temi da approfondire (vedi
scheda approfondimento).
 “La Birra Perfetta. L’importanza della schiuma”: il volume che dà il via ad un percorso di conoscenza e approfondimento che raccoglie le conoscenze di Heineken Italia sul tema della schiuma della birra. Il suo obiettivo è sfatare i pregiudizi e rispondere a delle semplici (ma non scontate) domande. Che cos’è la schiuma? Da cosa è composta? A cosa serve? Esiste una birra senza schiuma?

Solo conoscendo meglio questa componente fondamentale e funzionale della bevanda è possibile apprezzare appieno la birra e le sue caratteristiche. 2012 2011
 Birra Perfetta: la sezione del sito ILoveBeer.it (http://www.ilovebeer.it/birra-perfetta) che, oltre a includere
una sintesi dei contenuti del booklet (scaricabile online), offre agli utenti focus specifici, approfondimenti,
video e i contributi degli italiani a cui ILoveBeer.it ha chiesto di descrivere che cosa fosse per loro la schiuma. La sezione presenta inoltre il Decalogo della birra perfetta: tutte le regole da conoscere per spillare, servire e gustare la birra perfetta, rigorosamente con la schiuma.

2013: LA CULTURA BIRRARIA VIA APP
Nel 2013 la cultura birraria diventa protagonista su mobile grazie al lancio di due nuove applicazioni:
 My Beer Sommelier: dalla partnership tra ILoveBeer.it e My Sommelier Italia nasce la prima applicazione mobile gratuita (disponibile per iOS, Android e Windows Phone) che consente di scoprire il miglior abbinamento tra oltre tremila piatti della tradizione gastronomica italiana (e non) e oltre cento birre di varie tipologie provenienti da tutto il mondo.
Download: Apple Store / Android / Windows Phone
 Le Birre. Servile Bene: la app, sviluppata in collaborazione con l’Unione Nazionale Consumatori e disponibile per iOS e Android, ha l’obiettivo di fornire uno strumento per orientarsi nel mondo delle birre e consumare al meglio il prodotto, gustandolo con consapevolezza e responsabilità. Questo infatti il senso della partnership con l’UNC: consumare una birra ben servita è nell’interesse dei consumatori perché rende la birra più buona e più facilmente digeribile.
La app riprende i contenuti del volume “La Birra Perfetta. L’importanza della schiuma” e, grazie ad un software ad hoc, sfrutta le potenzialità della fotocamera degli smartphone per misurare il livello della schiuma nel bicchiere. Un tool che offre ai consumatori la possibilità di verificare, in tempo reale, se il prodotto che stanno per gustare è stato servito loro nel modo corretto, oppure no.
Download: iOS / Android

2014: #IOSPILLO, UN HASHTAG PER SCOPRIRE TUTTI SEGRETI DELLA CORRETTA
SPILLATURA
Una campagna di sensibilizzazione sull’importanza della corretta spillatura, un sito web, un contest con 9 Blogger Ambassador con la passione per la birra e oltre 100 serate in locali di tutta Italia all’insegna della Birra Perfetta: tutto questo è #iospillo, il progetto promosso nel 2014 da ILoveBeer.it.
L’obiettivo è diffondere, attraverso la Rete in modo smart e coinvolgente, i principali temi legati alla spillatura e al servizio della Birra Perfetta.

#IOSPILLO ONLINE…

Spazio all’attività divulgativa sul tema del corretto servizio della birra su www.iospillo.it, dove è possibile fruire di contenuti sulla cultura birraria, video tutorial e un trivia per mettersi alla prova. Ogni utente può dunque diventare un ambassador di cultura birraria, condividendo la propria conoscenza in Rete e attraverso i propri canali social.

2014 2013
Contest
9 Blogger Ambassador con la passione per la birra: sono stati loro i protagonisti di una sfida tutta online, dopo un incontro di kick-off nel quale si sono sfidati a ‘colpi di spillatura’ davanti a una giuria di qualità.

Una doppia sfida. La prima quella di coinvolgere le proprie community fornendo loro le informazioni principali e più importanti legate alla spillatura e alla cultura birraria, la seconda, quella di stimolarle nella votazione per vincere il contest.
Il tutto sulla Rete, sui loro blog e sui social network. Un’attività che ha generato un numero impressionante di interazioni, intensissimi scambi di opinioni, condivisioni di temi di cultura birraria e votazioni che hanno portato alla proclamazione del Master Spillatore della Rete 2014.

… E NEL MONDO REALE
Il compito di diffondere la cultura birraria tra i clienti di pub e locali spetta alle #iospillo Nights: serate-evento dedicate all’arte della spillatura perfetta, organizzate in oltre 100 locali selezionati in tutta Italia, clienti di Heineken Italia, per sottolineare al massimo l’importanza del corretto servizio. Come? Coinvolgendo 30 tra gli avventori più affezionati di ciascun locale dando loro l’occasione di passare dall’altro lato del bancone e provare l’emozione dell’arte della spillatura. L’obiettivo delle #iospillo nights è quello di migliorare la cultura birraria del nostro Paese attraverso l’informazione e la consapevolezza dei consumatori. L’unica protagonista? La Birra Perfetta, ovviamente.

Ti potrebbero interessare anche:

Dal frantoio alla tavola, l'uovo cioccolato-olio d'oliva è servito
Sua maestà il carciofo. A Ladispoli è tempo di sagra
Agroalimentare: il bio si allarga a kiwi gialli e melograne
Enogastronomia, al via Baccanale a Imola dedicato all'uovo
NATALE/ Piatti tipici, regione per regione
Da pelati a pane, manuale per dare 'seconda vita' al cibo



wordpress stat