| categoria: editoriale, Senza categoria

Ma il teatrino attorno al Colle riguarda anche gli italiani?

La piantassero di prendere in giro gli italiani. La storia del grande addio del presidente Napolitano sa tanto di teatrino messo in piedi ad arte: ma gli italiani hanno altro da pensare. Renzi e i suoi, ma an che i loro avversari, sono ancora convinti di convincere qualcuno monopolizzando tg e talk show, inponendo i titoli di apertura dei giornali. Gli italiani mediamente pensano ad altro e per loro la sorte del Colle non è un problema. Che ci sia Napolitano o un altro cambia poco per la gente, non sarà il Prodi, il Rodotà, il Letta di turno a rilanciare l’economia, a dare lavoro, a tagliare le tasse. E invece Renzi, Berlusconi e gli altri fingono di stupirsi dei segnali del Colle, fingono di non sapere quando il balletto finirà, fingono di non sapere di essere loro i burattinai. Eppure è tutto pianificato, concordato. Tutto tranne il nome del successore. Sul quale forse si sono già messi d’accordo ma non si deve sapere. Sarà un esterno alla politica, un “tecnico”? Ma che significa tecnico in questo contesto? Dibattito alto, astruso, che resta lontanissimo dal sentire popolare. Hanno fatto perdere alla gente la voglia di esserci, di partecipare. Qualsiasi soluzione possa uscire dal cilindro difficilmente potrà stupire gli italiani. E’ cosa di quegli altri, di quelli che fanno politica.

Ti potrebbero interessare anche:

Processo Ruby, i giudici tagliano la testimonianza della madre
Letta ha mischiato le carte, governo politico e "rosa". Speriamo che basti
Da oggi on line le candidature per le direzioni delle Asl
AMBIENTE/ Tamoil a processo per inquinamento a Cremona
IL PUNTO/ Con l'operazione-canone Renzi esagera. Troppo potere in un uomo solo
TERRORISMO/ Carico di bombole si lancia contro furgone della polizia sugli Champs Elysées



wordpress stat