| categoria: sport

Juventus a Doha, obiettivo primo trofeo della stagione

La Juventus vuole la Supercoppa italiana. La vuole la società, la vuole Massimiliano Allegri, la vogliono i giocatori. Seppur a quattromila chilometri dall’Italia, la sfida contro il Napoli è sentita in modo «italianissimo» dalla Vecchia Signora, che è volata a Doha, in Qatar, per conquistare il suo primo trofeo stagionale. «La Supercoppa è uno dei nostri obiettivi stagionali, e vogliamo vincerla quanto il Napoli, non è vero che loro siano più affamati di noi» ha detto il tecnico arrivando a Doha. E certamente lo ribadirà alla vigilia del match nella conferenza affiancato da Gigi Buffon. Intanto le indicazioni emerse dall’ultimo allenamento sono che Allegri intende schierare la formazione titolare. Dal lontano deserto di Doha la Juventus attende con un certo distacco il risultato di Roma-Milan. Alla luce dei tre punti conquistati a Cagliari il campionato non è più il primo dei pensieri bianconeri, ora c’è solo l’impegno di lunedì contro il Napoli. Allegri ha fatto sostenere in Qatar una seduta in chiave squisitamente tattica, per mettere a punto i meccanismi ritenuti più adatti per contrastare il gioco offensivo del Napoli. Il tecnico è consapevole che il reparto difensivo bianconero è reduce da un periodo di particolare pressione. Le assenze prolungate di Barzagli e Caceres hanno impedito al tecnico di ricorrere ad un adeguato turn over. Il solo Bonucci ha potuto rifiatare nell’ultima di campionato a Cagliari, ma è evidente che per il reparto servono rinforzi. Per questo la società è pronta a muoversi sul mercato di gennaio. Dato per scontato il rinnovo del contratto a Lichtsteiner fino al 2017, sono già stati avviati contatti con il Barcellona per Martin Montoya, considerato ideale per ricoprire la fascia destra. Ma la trattativa è difficile, le due società al momento non si spostano dalle reciproche posizioni, al momento distanti. Tra le voci ricorrenti quella relativa ad un potenziale arrivo di Rolando, centrale del Porto, mentre è data per scontata la partenza di Giovinco. Problemi a cui Massimiliano Allegri intende pensare «dopo». Ora quello che conta è l’incontro per la Supercoppa italiana, che Conte ha vinto tre volte in passato. Anche per questo il nuovo tecnico, stando almeno all’ultimo allenamento, intende affrontare la partita al meglio, pronto a mandare in campo la Juventus migliore: difesa a quattro con Evra, Bonucci, Chiellini e Lichtsteiner; centrocampo con Pirlo, Pogba, Marchisio e Vidal; attacco con Llorente e Tevez.

Ti potrebbero interessare anche:

TENNIS/ Stoccarda, troppo forte la Sharapova: Errani KO
Champions, i rischi per Juve e Roma
Toni salva il Verona con il Sassuolo, ma la salvezza rimane lontana
Giallo Lazio, Bielsa non arriva. L'Argentina lo tenta?
Poker Lazio, e Inzaghi rilancia: possiamo migliorare
LAZIO-MILAN 1-1, CORREA AGGUANTA IL PAREGGIO IN EXTREMIS



wordpress stat