| categoria: turismo

Dopo la Taranta, la Focara di Novoli. Gli eventi più cool del Salento

Già soprannominata il Capodanno del Salento, sta diventando così famosa da fare ‘concorrenza’ alla Notte della Taranta: è la Focara di Novoli, il fuoco più grande del Mediterraneo, che arde il 16 e il 17 gennaio in onore di Sant’Antonio Abate, in due notti indimenticabili tra fuochi d’artificio e musiche del Mediterraneo. “Un evento che affonda le radici in una tradizione secolare: i primi documenti che ne parlano risalgono alla fine del 1600. Noi lo abbiamo attualizzato”, spiega il sindaco di Novoli Oscar Marzo Vetrugno in una videointervista al direttore di Affaritaliani.it Angelo Maria Perrino.

Servono 80mila fascine di tralci di vite, proveniente dalla potatura dei vigneti, per costruire questo enorme falò. La costruzione inizia i primi di dicembre, quando dalle Terre del Negroamaro arrivano a Novoli i carretti tradizionali carichi di tralci di vite che vengono affidati alle sapienti mani del comitato Feste patronali. Novoli è gemellata con Oria. La Festa inizia quindi con gli sbandieratori della famosa città medioevale. Raccogliendo intorno a sé 110mila spettatori in una notte la focara è diventata l’evento per eccellenza dell’inverno pugliese, entrato nel patrimonio immateriale della Regione Puglia e candidato a diventare Bene immateriale dell’Umanità Unesco.

E’ la versione invernale della Notte della Taranta di Melpignano. Come infatti i grandi artisti interpretano i canti della tradizione popolare salentina, così di anno in anno la Fondazione Focara, presieduta dal lungimirante sindaco, Oscar Marzo Vetrugno, invita un grande artista internazionale a interpretare il grande falò espressione dell’arte contadina. Quest’anno toccherà allo scultore greco Jannis Kounellis. Premio fotografia Focara 2015 a Paola Mattioli e mostra sulla focara 2014 di Peppe Avallone premiato lo scorso anno.

Ti potrebbero interessare anche:

Conoscere la Puglia Imperiale percorrendo la Strada di Federico II
Vacanze, per 3 milioni e mezzo di italiani sarà in tenda, roulotte o camper
L'elisir di lunga vita sull'isola greca di Ikaria
Monte Livata, una nuova seggiovia quadriposto a Monna dell'Orso
Le giornate FAI di primavera: 22 e 23 marzo 'Sulle tracce di Augusto'
Bit: è giorno delle guide turistiche, 9 su 10 sono italiane



wordpress stat