| categoria: sport

Quattro gol al Real, il Milan sogna

E’ solo un’amichevole ma è difficile parlare di amichevole quando di fronte si hanno i campioni d’Europa e del mondo del Real Madrid. E soprattutto quando il Milan – anche senza punti in palio – alla fine esce dal campo con una bella vittoria e un poker rifilato ai blancos di Ancelotti (che così interrompono la serie di 22 vittorie consecutive): 4-2 il risultato per i rossoneri, con tante buone indicazioni per Inzaghi. Nel primo tempo in gol per i rossoneri Menez ed El Shaarawy al 24′ e al 31′, Cristiano Ronaldo al 35′ accorcia le distanze per i ‘blancos’. Nella ripresa la squadra di Inzaghi dilaga con le reti ancora del ‘faraone’ al 3′ e di Pazzini al 28′, prima del gol del definitivo 4-2 al 38′ di Benzema che va a bersaglio su calcio di rigore.

Il Milan trova importanti conferme in avanti con Menez-Bonaventura e riscopre El Shaarawy, autore di una doppietta. Per le merengues un gol per tempo, nel primo di Cristiano Ronaldo per il momentaneo 2-1, anche se per il resto CR7 non incide e poco spostano nella ripresa anche gli ingressi di Benzema (che comunque non sbaglia il rigore del 4-2), Bale e James Rodriguez.

Come all’Olimpico contro la Roma la difesa rossonera resiste agli affondi, ma stavolta il Milan c’è anche davanti e il risultato fotografa esattamente il formato europeo che sta imprimendo Inzaghi ai suoi: primo non prenderle, ma inizia sempre più a contare il fatto di segnarne sempre uno in più dell’avversario. Oltre a Ronaldo, Ancelotti opta per Jesè e Hernandez dal primo minuto. Ma è in difesa che la squadra del tecnico italiano appare distratta. Varane tampona alla meglio le incursioni di Menez per vie centrali, ma Nacho si dimostra inadeguato nel gestire il pressing di Bonaventura. Su uno dgli affondi dell’ex atalantino nasce un retropassaggio per Keylor Navas che al 24′ viene intercettato da Menez. Per il francese è un gioco da ragazzi mettere a terra il portiere costaricano e depositare in rete.

Al 31′ ancora il Milan: la palla finisce sui piedi di El Shaarawy che gela ancora Navas sul primo palo per il raddoppio. Troppo per il Real mondiale, passano appena 4′ e al 35′ Ronaldo accorcia con un gran destro su cui Lopez avrebbe potuto fare di più. Ma non è il segno della riscossa, il Milan ritorna di prepotenza con Menez dalle parti di Navas, poi ancora con Montolivo e Bonaventura. Nella ripresa girandola di sostituzioni, nel Real entrano tra gli altri Bale, Benzema e Casillas, nel Milan dentro Pazzini, Poli, Essien e Armero. Al 3′ ancora El Shaarawy sul primo palo, Casillas devia in angolo. Ma sugli sviluppi ancora il Faraone servito da Poli trova il varco per il 3-1. Il Real colpisce un palo con Jesè all’8′, ma è ancora il Milan a fare male di testa con Pazzini (entrato al posto di Menez) che pesca il 4-1. Un risultato tondo, sporcato solo in parte dal rigore (ingenuo Niang) che al 39′ viene trasformato da Benzema.

INZAGHI: “GRANDE SODDISFAZIONE, MA NON MONTIAMOCI LA TESTA” – “Sono soddisfatto. Era pur sempre un’amichevole e non dobbiamo montarci la testa. E’ da un pò che stiamo giocando così e questa sera è venuto tutto molto bene. El shaarawy ha fatto molto bene, ha fatto due gol bellissimi. Tutti hanno fatto bene, anche chi è entrato dopo. Ho l’imbarazzo della scelta”. Queste le parole al sito del Milan di Pippo Inzaghi. “Nelle ultime tre partite abbiamo affrontato Napoli, Roma e Real vincendone due e pareggiandone una, giocando alla pari con tutti. C’è il giusto spirito e la voglia. C’è grande soddisfazione. Ora penso al campionato e quella sarà la partita più difficile per noi” dice il mister dei rossoneri. “Sono contento per il presidente, l’ho sentito prima della partita. Aver visto che ce la siamo giocata l’avrà reso contento. Vederci cresciuti così tanto mi fa ben sperare. La più bella soddisfazione è aver avuto questo piglio”.

EL SHAARAWY: “RESTO AL MILAN, VOGLIO FARE BENE” – “Una gara come questa mi dà tantissima fiducia. Il gol per un attaccante è importante a livello mentale quindi sono molto contento di aver segnato due gol al Real Madrid. E’ stata una bella soddisfazione anche di squadra, abbiamo confermato che stiamo facendo bene dopo Napoli e Roma. E’ stata un’altra grande conferma. Dobbiamo continuare così”. Queste le parole sul sito rossonero di Stephan El Shaarawy. “Anche sotto il punto di vista del gioco abbiamo fatto bene. Resterà una grande giornata per me. Io l’ho già detto, resto al Milan e voglio fare bene”.

ANCELOTTI: “BRAVO MILAN” – “Questa sconfitta non fa male”. Carlo Ancelotti assolve il suo Real. Dopo 22 vittorie consecutive è arrivato il ko in un’amichevole “che è servita – spiega il tecnico del Real – a riprendere il ritmo partita dopo qualche giorno di vacanza. Ho fatto giocare 45 minuti a quasi tutti i giocatori, adesso riposeremo un giorno e poi cominceremo a pensare alla partita del Mestalla contro il Valencia. Il 2014 è stato un anno fantastico e questa sconfitta non cambia minimamente le cose. Complimenti al Milan che ha giocato una buona partita, ma di certo questa sconfitta – ribadisce Ancelotti – non cambia il nostro umore. Anzi sono contento per le buone notizie che arrivano da Madrid dove Sergio Ramos e Marcelo si sono allenati e stanno bene”. Ancelotti si sofferma anche sui singoli, in particolare su Gareth Bale mettendo a tacere le voci di mercato che arrivano dall’Inghilterra in merito all’interessamento del Manchester United. “E’ uno dei nostri giocatori più importanti per noi e sicuramente non andrà via, non ci sono problemi né altri discorsi da fare”, taglia corto Ancelotti.

Ti potrebbero interessare anche:

L’INTERVISTA/ Malagò: Olimpiadi 2020, questa volta non ci saranno ripensamenti
Milan: Mr.Bee convinto: "Si dovrebbe chiudere entro 3-4 settimane"
Maxi Lopez sveglia il Torino, Chievo senza stimoli
Serie B: il Pescara è uno spettacolo, Perugia travolto in casa
Gianmarco Tamberi oro agli Europei nel salto in alto. Bronzo per la 4x100 delle ragazze
JUVENTUS 'SETTEBELLEZZÈ, ALL'OLIMPICO È ANCORA FESTA



wordpress stat