| categoria: In breve, Senza categoria

EPIFANIA/ Due chili di peso in più come regalo dalle festività

È un boom di calorie da smaltire, pari a due chili in più di peso, quello che gli italiani dovranno affrontare da domani in poi. «L’effetto del maggior consumo di cibi calorici, abbinato a bevande alcoliche, ha portato un aumento di peso fino a 2 chili per quanti non sono riusciti a resistere al tour de force alimentare, durante il quale sono state assunte circa 15mila-20mila chilocalorie» rileva la Coldiretti, nel sottolineare che, nel nuovo anno, da smaltire per gli italiani ci sono i quasi cento milioni di chili tra pandori e panettoni«. E non solo. Dopo le festività, rileva ancora la Coldiretti, gli italiani avranno da smaltire anche »cinquanta milioni di bottiglie di spumante, ventimila tonnellate di pasta, 6,5 milioni di chili tra cotechini e zamponi e frutta secca, pane, carne, salumi, formaggi e dolci per un valore complessivo vicino ai 4,1 miliardi di euro, solamente tra il pranzo di Natale e i cenoni della Vigilia e di Capodanno, senza contare il boom finale dell’Epifania«. »Ad aggravare la situazione è il fatto che -sottolinea la Coldiretti- l’abbuffata per le festività è stata anche accompagnata spesso dalla sospensione delle attività sportive e da una maggiore sedentarietà, con le lunghe soste a tavola, con parenti e amici, che hanno ridotto il movimento fisico e favorito l’accumulo di peso«. »Con l’inizio del nuovo anno, la dieta diventa dunque un obiettivo Per rimettersi in forma, secondo i dietologi, non aiutano i drastici digiuni e i «salti del pasto», ma adottare una dieta a base di cibi leggeri, ricca di frutta e verdura con il consumo di molta acqua. Così, per aiutare le buone intenzioni, la Coldiretti ha stilato una lista dei prodotti le cui proprietà terapeutiche e nutrizionali sono utili per disintossicare l’organismo e per accompagnare il rientro in salute alla normalità dopo gli stress dei viaggi e dei banchetti natalizi. «In questa stagione -afferma la Coldiretti- tra la frutta da non dimenticare ci sono arance, mele, pere e kiwi, mentre per quanto riguarda le verdure quelle particolarmente indicate sono spinaci, cicoria, radicchio, zucche e zucchine, insalata, finocchi e carote».

Ti potrebbero interessare anche:

CRONOLOGIA/ Il primo anno di pontificato di Papa Francesco
Alitalia: concluso il tavolo sindacati-azienda
VATICANO/ Dialogo con la Cina, la palla è nel campo di Pechino
Ex Umberto I nel degrado a Mestre, ora si tratta per la vendita
Striscia la Notizia, l'inviato Brumotti picchiato di nuovo durante un servizio
IL PUNTO/ Tanto tuonò che piovve. Virginia se l'è cercata



wordpress stat