| categoria: In breve, Senza categoria

FINALMENTE/ Presi a Roma dai carabinieri e denunciati due graffitari colti sul fatto

«Ade», era il loro tag, il marchio con cui si distinguevano dagli altri graffitari. Questa volta, però, il loro timbro li ha traditi, ed ha fatto scattare nei loro confronti una denuncia a piede libero per deturpamento e imbrattamento di immobili pubblici. A finire nei guai sono stati due ragazzi romani, entrambi 19enni, che sono stati sorpresi dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma piazza Dante – in servizio di Pattuglia Mobile di Zona – mentre con alcune bombolette di vernice stavano imbrattando il muro di cinta di una struttura militare di proprietà del Demanio dello Stato. Durante le perquisizione personali sul posto, i due ragazzi sono stati trovati in possesso di zaini contenenti diverse bombolette di vernice spray che sono state sequestrate.

Ti potrebbero interessare anche:

CONI-2/ Calcetto e Aniene, la dolce vita di Malagò
La finanza da Lady Asl. Sigilli al patrimonio milionario
Bagnasco ai parlamentari: serve onestà
Viterbo: autovelox-truffa per fare cassa? Indagati prefetto e vice
Aereo caduto nel Sinai, una bomba a bordo?
Cartella esattoriale da 100mila euro, si uccide cinquantenne



wordpress stat