| categoria: sanità

Il governatore Rossi intercettato: “un colpetto” al bilancio di Pistoia

«C’è un modo per dimostrare che tutto va bene: pagare» i fornitori, e se i bilanci delle Asl sono ‘sotto’ la Regione può integrarli anche se sono chiusi e imporre ai direttori generali di firmare i mandati di pagamento per soddisfare i creditori. Sono, in sintesi, alcune indicazioni che il governatore toscano Enrico Rossi, intercettato al telefono nel 2012 per l’inchiesta sul buco alla Asl di Massa, vicenda per cui è stato indagato, dava ai suoi collaboratori sui problemi di bilancio delle Asl. Le intercettazioni sono contenute nelle motivazioni alla sentenza con cui il gup di Massa ha assolto nel febbraio 2014, dall’accusa di aver falsificato i bilanci, un ex dg della Asl apuana, Antonio Delvino. I consiglieri regionali di Fi, Stefano Mugnai e Jacopo Ferri, le hanno diffuse oggi e hanno commentato che «il fatto sussiste, ma Antonio Delvino non l’ha commesso. Sfoglia sfoglia l’attività giudiziaria va nella direzione che avevamo sempre ipotizzato. I responsabili indicati da Rossi escono di scena uno ad uno e il cerino in mano rimane alla Regione» in particolare al «referente politico Enrico Rossi». «Mugnai e Ferri mi attaccano sul piano personale – ha replicato Rossi – perchè il centrodestra contro la sanità toscana ha pochi argomenti. Quanto al resto confermo quanto più volte ho detto. Appena sono venuto a conoscenza che il bilancio della Asl di Massa era stato alterato intenzionalmente per dimostrare un bilancio fittizio mi sono immediatamente recato alla procura per sporgere denuncia». Sempre Rossi ribatte dicendo che in un’intercettazione «mi preoccupo che le Asl effettuino i mandati di pagamento perchè, essendo questi la vera misura dello stato di salute dei bilanci, se vengono emessi in tempi corretti, confermano che tutto va bene». È l’intercettazione di una telefonata tra Rossi e l’allora assessore alla sanità Daniela Scaramuccia dove il governatore immagina di strigliare i dg delle Asl: «Voi preparate i mandati di pagamento perchè io vi richiamo e vi appiccico al muro tutti. Vi mando a calci nel culo a casa tanto per esser chiari. E questa storia che noi stiamo soffocando l’economia a causa dei mandati di pagamento a me ha rotto un pò i coglioni». «Sono convinto che il comportamento della Regione – conclude – verso la Asl di Massa e sull’intero sistema sanitario regionale sia esemplare». Il problema, però, è il pareggiare bilanci in rosso delle Asl. «La chiusura in pareggio – osserva il gup nella sentenza di Delvino, dando una chiave di lettura complessiva oltre la vicenda di Massa – non è un dato di fatto da cui muovere bensì un obiettivo da raggiungere in quanto presupposto per ottenere la ‘quota premialè prevista dall’intesa Stato-Regioni» mentre «la ripartizione del fondo ordinario di Gestione è motivata da scelte politiche ispirate da una logica del tutto diversa e caratterizzate dall’esigenza di ‘dare un colpettò a questo o a quell’altro bilancio opportunamente ‘riapertì». Aggiustamenti per cui il gup parla di ‘colpettò prendendo spunto da una telefonata in cui Rossi suggeriva a Scaramuccia di «fare un colpetto a Pistoia» proponendo, scrive il gup, di riaprire i bilanci e pareggiarli con 500 mila euro. «Con 500 mila euro governano 400 milioni di euro», diceva ancora Rossi fiducioso nei ritocchi ai budget assegnati. Intanto assolti gli ex dg di Massa Delvino (dal 2007 al 2010) e (periodo 2002-2007) Alessandro Scarafuggi, per l’inchiesta sul buco all’Asl 1, il 29 gennaio prima udienza per Ermanno Giannetti, ex direttore amministrativo, anche lui accusato di aver alterato i bilanci e già condannato per peculato a 5 anni e 6 mesi in rito abbreviato

Ti potrebbero interessare anche:

Corte dei Conti, boom di entrate dai ticket. Nel 2012 quasi tre miliardi
Nuove linee guida sulla Salute Orale: 360mila bimbi con la carie
Fumo nei luoghi pubblici: nuova stretta in Italia
Lorenzin, nessun taglio alla sanità. Si lavora alla spending review
Lorenzin, i manager saranno valutati su riduzione liste attesa
Controlli dei Nas in duecento ospedali italiani



wordpress stat