| categoria: sanità, Senza categoria

Nuova chirurgia ortopedica ad Avezzano, a casa dopo quattro giorni

Oggi ti operi al ginocchio, domani riesci già a camminare, dopo 4 giorni lasci l’ospedale per cominciare la riabilitazione: sono i ‘prodigì della chirurgia ortopedica Praxim, con ‘navigazionè assistita, per l’applicazione della protesi all’articolazione. Una tecnologia in uso in pochissime regioni italiane che l’ospedale di Avezzano (L’Aquila) ha portato in Abruzzo nel 2013. Un sofisticato macchinario colloca la protesi nel ginocchio con precisione pressoché assoluta ma per utilizzarlo occorre un ‘pilotà di livello, vale a dire un chirurgo ortopedico che abbia appreso la complessa conoscenza del sistema. Dal 2013 a oggi la pratica Praxim ha fatto proseliti e 140 pazienti – provenienti da Lazio, Campania, Puglia e Calabria – si sono messi in fila per entrare nella sala operatoria dell’ospedale di Avezzano e sottoporsi all’intervento per mano del dr. Sergio Iarussi, direttore di Ortopedia. Ai 140 utenti delle regioni del Centro-Sud si sono aggiunti 60 pazienti marsicani, anche loro persuasi dai grandi vantaggi di questa innovazione: degenza di 5 giorni anziché 10 in ospedale, inizio in tempi brevi della riabilitazione, recupero più veloce e meno sofferenza perché il chirurgo non apre per intero l’arto ma vi pratica piccoli fori (mininvasività).

Ti potrebbero interessare anche:

Il coming out di Jodie Foster colpisce tutti
"Ingrassata per colpa della tv", la Clerici si arrende
Grecia, spari fra trafficanti e motovedetta: muore 17enne
Bus a fuoco in viale del Muro Torto
Usa, Trump annuncia la sua riforma del fisco: "La più grande da Regan
QUI VITERBO/ Un progetto per rivitalizzare il centro storico



wordpress stat