| categoria: salute

Dormire aiuta a sconfiggere l’influenza

Dormire tanto aiutaa combattere l’influenza: a confermare la correttezza di uno dei tradizionali rimedi della nonna è la scoperta di una proteina, individuata per ora nel cervello dei topi, che migliora il potere di guarigione garantito dal sonno. Pubblicata sulla rivista sulla rivista Brain, Behavior, and Immunity, la scoperta si deve al gruppo dell’Università di Washington guidato da James Krueger potrebbe portare allo sviluppo di innovativi farmaci per combattere l’influenza in modo completamente nuovo.

A far luce sul segreto nascosto dietro questo semplicissimo rimedio della nonna è la scoperta del meccanismo d’azione di una molecola prodotta dal cervello chiamata Acpb. Questa proteina innescherebbe infatti durante il sonno una catena di azioni antinfiammatorie che combatterebbero i sintomi dall’influenza, favorendo il processo di guarigione. Per scoprirlo i ricercatori hanno analizzato il decorso dell’influenza provocata dal virus H1N1 su due gruppi di topi, uno ‘sano’ e l’altro privato geneticamente della proteina Acpb.

I topi normali hanno mostrato le tipiche risposte e dormito molto, mentre quelli privi di questa molecola hanno dormito meno dei topi normali, sviluppato sintomi più gravi e una mortalità più elevata. La scoperta potrebbe quindi portare allo sviluppo di una nuova generazione di farmaci, sotto forma di spray nasali, a base di Acpb per aiutare l’organismo a combattere influenza.

Ti potrebbero interessare anche:

Rischio autismo -40% con assunzione di acido folico in gravidanza
I calcoli renali aumentano il “rischiocuore”, infarto e coronaropatia
Cervello recupera la funzionalità motoria osservando i movimenti
ROMA/ Disabili: incontro alla Fondazione S.Lucia su autonomia, risorse e lavoro
Aspirina riduce il rischio di infarto nei cinquantenni?
Occhi stanchi, dolori a collo e schiena, sempre più italiani con la sindrome da pc



wordpress stat