| categoria: politica

QUIRINALE/ Grillo affossa Prodi e stoppa i pontier del M5S, no al “tunnel dell’orrore”

Ne ‘asfalta’ sette in un colpo solo. Nell’ordine, Walter Veltroni, Piero Fassino, Pietro Grasso, Angela Finocchiaro, Giuliano Amato, Sergio Mattarella e Romano Prodi. La parola d’ordine, in casa M5S, è ‘silenzio’ sul Quirinale. Ma Beppe Grillo preme sull’acceleratore e, dal blog, fuga dubbi e stoppa eventuali iniziative dei suoi. Se ci sono ‘pontieri’ in azione è il caso di fermarli. Spetta a Renzi e al Pd la prima mossa, anche a costo di sacrificare le quirinarie, al momento congelate. Sui giornali rimbalza il nome di Romano Prodi, uno dei promossi dalle precedenti consultazioni M5S sul Colle. Così Grillo va giù duro e ‘impallina’ l’ex premier: «Oggi – profetizza il leader pentastellato – sarebbero più di 202 a votargli contro». Tanto piu’ che e’ proprio il professore ad aver portato l’Italia nell’euro, bersaglio fisso del leader 5 stelle. Stessa sorte per Pietro Grasso, che all’inizio della legislatura segnò la prima frattura tra i 5 Stelle, quando un drappello di senatori votò il suo nome per lo scanno più alto di Palazzo Madama provocando l’ira di Grillo e Casaleggio. Oggi, stando ai rumors, una trentina di 5 Stelle sarebbero pronti a votarlo di nuovo, ma al Colle, e questo nonostante le ‘quotazioni’ di Grasso siano in caduta libera in casa 5 Stelle. Così Grillo gioca d’anticipo. I senatori che lo votarono a Palazzo Madama vennero ‘graziati’, stavolta colpi di scena non sono ammessi e non verrebbero perdonati. Resta sullo sfondo, l’ipotesi di una nuova fuoriuscita dai gruppi: i dissidenti si organizzano per pesare nel gioco che conta.

Ti potrebbero interessare anche:

Alfano: noi, sentinella anti-tasse contro l'aumento dell'Iva
Sì della Camera, il dl Lavoro è legge. Poletti: "Ora imprese assumano senza preoccupazioni"...
Riforme, da Pd sì a incontro con Movimento 5 Stelle
Riforma Rai, approvato ddl in consiglio dei ministri. 'Fuori i partiti e ok entro luglio'
Paura per Berlusconi a Saronno, fermato un uomo sotto il palco
Caos trivelle, Di Maio: «Mai autorizzate, sono state volute dal Pd»



wordpress stat