| categoria: Roma e Lazio, Senza categoria

Corruzione nei Municipi, l’inimmaginabile: guerra tra i funzionari per entrare nel sistema delle tangenti

Corruzione nei Municipi, l’inimmaginabile: guerra tra i funzionari per entrare nel sistema delle tangenti. E’ dura per il sindaco Marino e per il suo assessore all’anticorruzione. E’ duro anche sostenere, e questo vale per politici e amministratori presenti e passati, che non si sapesse quanto accadeva e accade. Possibile? Eppure, racconta il Messaggero, quando hanno capito che il servizio di controllo dei cantieri edili si sarebbe potuto trasformare in una miniera d’oro, insabbiando irregolarità in cambio di mazzette, negli uffici dell’Unità Organizzativa Tecnica del XIX Municipio (ora XIV) è scattata una vera e propria lotta interna tra ispettori. I funzionari, infatti, a suon di minacce, furti e sgambetti, avrebbero tentato di mettere le mani sul maggior numero di fascicoli a disposizione, per poter ottenere tangenti dai costruttori in cambio di favori.

È scritto negli atti dell’inchiesta del pm Erminio Amelio e dell’aggiunto Francesco Caporale, che ha portato all’arresto di 28 persone, tra piccoli impresari, tecnici comunali e ispettori della Asl, accusati a seconda delle posizioni di corruzione, concussione e rivelazione del segreto d’ufficio. «Nella sezione Uot è emersa l’esistenza di una sorta di gara tra dipendenti per accaparrarsi il più possibile cantieri presso i quali fare sopralluoghi, per poter essere in grado di chiedere e ottenere tangenti» annotano gli inquirenti, che parlano anche di un «clima di tensione» all’interno del Municipio e di «mercimonio della funzione pubblica». Pagando mazzette, i costruttori avrebbero infatti ottenuto la possibilità «di effettuare interventi non previsti in progetto e quindi illeciti».

In un verbale di sommarie informazioni datato 5 marzo 2013, è il funzionario Andrea Borsci a riferire i dettagli del presunto sistema corruttivo, e a parlare di sgambetti tra colleghi.

Ti potrebbero interessare anche:

Le bugie lasciano 'impronte digitali' nel cervello
Omicidio Mollicone, giallo resta insoluto
Stadio della Roma, primo ok del Comune: ma vanno rispettate le condizioni
Auto, per mantenerla va il 25% dello stipendio, polizze alle stelle
Metro C in servizio, ma un treno si blocca per un problema tecnico e rovina l'inaugurazione
La camorra trucca le partite della B, dieci arresti



wordpress stat