| categoria: turismo

Cortina fa il pieno di neve, rincuorati gli operatori turistici

Mezzo metro sui passi dolomitici, a 2.000 metri, una ventina di centimetri a fondovalle: non è abbondante la precipitazione nevosa che ha imbiancato Cortina, ma sufficiente per rincuorare i gestori di impianti a fune e piste da sci, gli operatori turistici e commerciali della conca ampezzana, ma anche per creare qualche disagio agli organizzatori delle gare di Coppa del mondo di sci alpino femminile. Le due gare in calendario sono slittate di un giorno, si correranno domenica e lunedì. Il prezzo da pagare è minimo, in cambio dei vantaggi. «La nostra località finalmente ha una veste invernale, con la neve a coprire i prati brulli – commenta Enrico Ghezze, presidente del consorzio impianti a fune di Cortina, Auronzo e San Vito di Cadore – e questo è importante per le nostre attività, che stavano soffrendo. Sinora, nell’intero carosello del Dolomiti Superski, avevamo registrato un calo del 10% nelle vendite, dovuto alla carenza di neve. Sul piano sportivo, questa neve ci consente di guardare con più tranquillità alle importanti manifestazioni sportivi, in programma nel prossimo mese di febbraio». Sono infatti confermate sia la Coppa Europa di snowboardercross, sul monte Faloria, rinviata lo scorso dicembre, sia la tradizionale granfondo Dobbiaco-Cortina, entrambe nel fine settimana di sabato 7 e domenica 8 febbraio.

Ti potrebbero interessare anche:

Riparte in Sardegna il trenino verde
Pasqua e primavera sulle Dolomiti, tutte le proposte di Cortina. Impianti aperti fino a maggio
Dal trekking con gli asini allo snorkling, le vacanze WWF nella natura
Una via per i pellegrini. Francigena, ecco la nuova mappa
Sci, terme e benessere a Kranjska Gora
Alto Sangro: cento chilometri di piste



wordpress stat