| categoria: esteri, Senza categoria

GIALLO/ Procuratore denuncia la Kirchner, trovato morto a Buenos Aires

Il procuratore Alberto Nisman, che la scorsa settimana aveva accusato la presidente argentina, Cristina Fernandez de Kirchner, è stato trovato morto nella sua casa di Buenos Aires. Lo hanno riferito fonti ufficiali questa mattina, precisando che nell’abitazione sarebbe stata trovata con un’arma di calibro 22. Nisman, che stava indagando sull’attentato contro la mutua ebraica (Amia) di Buneos Aires nel 1994, in cui persero la vita 85 persone e altre centinaia rimasero feriti, si sarebbe dovuto presentare oggi davanti al Parlamento per esporre i dettagli della denuncia di occultamento presentata contro la Kirchner. Nisman aveva anche chiesto che la presidente fosse chiamata a testimoniare davanti alla giustizia, così come il ministro degli Esteri, Hector Timerman, ed altri politici. La notizia è stata confermata dal giudice Manuel de Campos, al canale ‘Todo Noticias’. Alcuni media riportano che il corpo del procuratore, ormai senza vita, è stato trovato in bagno. «I primi rapporti – si legge sul ‘Clarin’ – indicano che aveva un colpo alla testa provocato da una pistola di piccolo calibro». Allo stesso giornale argentino, negli ultimi giorni, Nisman aveva detto: «Posso uscirne morto da questo». «Dobbiamo stabilire tutti i dettagli», ha spiegato la procuratrice argentina Viviana Fein, incaricata di indagare sulla morte del collega, precisando che ancora non è possibile stabilire cosa sia accaduto. Rispondendo alle domande dei media, Fein ha chiesto «prudenza», sottolineando di non potere affermare ancora se si tratti di suicidio oppure no. «Non voglio azzardare alcuna ipotesi», ha aggiunto, chiedendo di aspettare che venga eseguita l’autopsia. Deputati del governo e dell’opposizione avevano annunciato che oggi avrebbero assistito all’esposizione del procuratore, il quale aveva chiesto che la riunione in Parlamento fosse a porte chiuse, così da presentare gli argomenti della sua accusa, che avrebbe contenuto informazioni riservate dei servizi di intelligence. Membri del Fronte per la Vittoria avevano invece chiesto che venisse «a porte aperte e trasmessa in televisione». Ipotesi esclusa dall’opposizione, secondo cui il kirchnerismo «cerca di mettere a tacere» il procuratore. Nisman accusava la presidente di «negoziare un piano di impunità e coprire i profughi iraniani accusati» dell’attacco all’Amia.

Ti potrebbero interessare anche:

MONTECITORIO/ La spending review targata cinque stelle: tagli per 42 milioni
Tangenti, arrestati due ispettori della Agenzia delle Entrate di Roma
Fiumicino, fughe di extracomunitari? La Procura chiede spiegazioni
VENEZIA/ Il sindaco: le grandi navi entrino, ma pagando una tassa alla città
Migranti e Ong, perché i conti non tornano
MUSICA: TORNA IL FESTIVAL DI NATALE DI PAVIA BAROCCA



wordpress stat