| categoria: salute

Autismo, Montagnier: regressione sintomi con antibiotici

«L’autismo non è una malattia prettamente psichiatrica: è stata riscontrata, tra Medio Oriente, Usa e Ue, un’alta percentuale di individui che hanno nel sangue un particolare batterio. In via sperimentale, usando un semplice antibiotico ad ampio spettro, in questi soggetti è stata rilevata una significativa attenuazione della sintomatologia». Lo ha detto a Pozzuoli (Napoli) Luc Montagnier, presidente della fondazione mondiale per la ricerca e prevenzione dell’AIDS, nel 1983 scopritore del virus dell’HIV, insieme alla dottoressa Fran‡oise Barré-Sinoussi e al dottor Robert Gallo, vincitore del Premio Nobel per la medicina 2008. Montagnier, che ha confermato cosi’ l’interesse per una teoria di cui ha paralato anche in passato, ha fatto una visita stamattina nel centro di riabilitazione Iflhan di Monteruscello dove ha potuto constatare di persona il percorso multidisciplinare di alcuni pazienti affetti da autismo e i loro progressi. Nel corso di un incontro, organizzato nella nuova struttura dell’Iflhan, Montagnier ha risposto alle domande di un gruppo di medici. Il premio Nobel è stato ricevuto, tra gli altri, dal sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia. Consulente speciale dell’Istituto Neurologico Mediterraneo, Montagnier è da tempo impegnato nella raccolta di dati relativi all’incidenza dei pazienti affetti da autismo, alzheimer, parkinson e da altre malattie neurodegenerative nel centro sud dell’Italia.

Ti potrebbero interessare anche:

“Trame solidali”, l’autismo raccontato a fumetti
Obesità infantile, dormire di più aiuta i bambini a rimanere magri
Boom di casi simil-influenza, 90mila in una settimana
TUMORI/ Una molecola intelligente blocca il "motore" del cancro alla prostata
TUMORI/ Ogni giorno 150 nuovi casi di cancro al colon-retto
Social network generano insonnia e ansia, giovani a rischio



wordpress stat