| categoria: sanità

Pronti i nuovi Lea: 470 milioni in più per nuove cure

Sono pronti i nuovi Lea (i livelli essenziali di assistenza) che mercoledì prossimo saranno esaminati dagli assessori regionali in un incontro con il ministro della Salute Beatrice Lorenzin. Per le nuove prestazioni è previsto un aumento delle disponibilità pari a 470 milioni di euro in più. Si tratta di una tappa necessaria per l’approvazione dei Lea, le prestazioni e i servizi che il Servizio sanitario nazionale è tenuto a fornire a tutti i cittadini, gratuitamente o dietro pagamento del ticket, con le risorse pubbliche.

Il ministro Lorenzin ha convocato ora le regioni dopo avere messo a punto la proposta che verrà esaminata quindi al Ministero della Salute prima del passaggio nella Conferenza Stato Regioni. Il nodo della sostenibilità per le regioni del nuovo elenco di prestazioni è da mesi al centro del confronto fra governo e regioni. Questione che avrebbe trovato quindi una soluzione, secondo quanto si apprende, nella individuazione di questi nuovi fonti che sfiorerebbe il mezzo miliardo di euro. Un aumento ritenuto necessario da più parti. E’ di pochi giorni fa l’allarme lanciato dalla

Corte dei Conti, nella Relazione sulla gestione finanziaria per il 2013. Nel testo i giudici contabili hanno ricordato che senza investimenti nella sanità, soprattutto nell’assistenza domiciliare e territoriale e nell’ammodernamento tecnologico, i Lea non possono essere garantiti.

Ti potrebbero interessare anche:

Nuova Sars, sono tre i casi a Firenze
E-cig vietata ai minori, arriva il decreto
Una scuola per "supermanager" contro la corruzione
Ok della Regione, in Sardegna chiusi gli ospedali psichiatrici giudiziari
Associazioni di pazienti pronti alla rivolta contro aumenti dei ticket, +26% dal 2008
Mancano lenzuola pulite, il Cardarelli a Napoli limita i ricoveri



wordpress stat