| categoria: turismo

Turismo accessibile. c’è una guida multimediale targata Lega del filo d’oro

Facile parlarne a freddo, soprattutto se non ci si è mai misurati con una vacanza da disabili , motori e sensoriali. Il turismo accessibile cresce e si sviluppa ma è ancora lontano da essere prassi acquisita e consolidata. Ma c’è chi si dà da fare in questa direzione. Per persone non udenti, non vedenti, sordocieche o con problematiche motorie organizzare un viaggio, in particolare nella sua fase logistica, può essere spesso un problema in un modo distratto e con infrastrutture non adeguate, Venere, uno dei principali siti di prenotazioni alberghiere online, ha messo a punto un pacchetto di risorse dedicato al cosiddetto turismo accessibile. Si tratta di una guida multimediale realizzata in collaborazione con la Lega del Filo d’oro, la storica associazione che si dedica all’assistenza, all’educazione e alla riabilitazione delle persone sordocieche dal 1964 e proprio in questi giorni sta chiudendo le iscrizioni per i nuovi volontari. Multimediale nel senso che il progetto parte da un sito realizzato ad hoc, raggiungibile all’indirizzo qui, sviluppato per garantire la massima usabilità degli utenti diversamente abili, e si dipana sia in una vera e propria guida di oltre venti pagine scaricabile gratuitamente in pdf o in un’audioguida, dunque un mp3 da ascoltare.

Scovare un alloggio che disponga di servizi e infrastrutture accessibili è fondamentale. Dall’assenza di barriere architettoniche alla numerazione negli ascensori con il sistema Braille passando per la sveglia luminosa alle guide tattili sul pavimento. Ogni elemento va valutato con cura e per questo il sito, la guida cartacea e quella audio dispongono di una selezione delle cento strutture segnalate da Venere per l’area del Sud Europa. Da Roma a Milano, da Madrid a Parigi passando per Venezia, Barcellona, Cordoba, Nizza, Perugia, Siena, Napoli e molte altre città, buona parte delle quali a onor del vero in Italia. Curioso, però, che non vi sia neanche un hotel a 5 stelle.

Le sezioni del minisito-guida sono quattro, dedicate alle varie tipologie di disabilità, ma la struttura rimane la medesima e si concentra fondamentalmente sui consigli per organizzare un viaggio in treno, aereo, nave, sui mezzi pubblici e in autostrada. Capendo per esempio le strutture di assistenza presenti in un aeroporto o i diritti legati a tariffe e biglietti. Non mancano i riferimenti normativi, per essere sempre preparati a ogni eventuale obiezione, dalla Carta Blu per le ferrovie ai servizi di accoglienza e assistenza.

Pochi sanno, per esempio, che tutte le strutture alberghiere italiane – secondo la legge 37/1974 – sono tenute ad accogliere ospiti non vedenti con il proprio cane-guida o che le persone con disabilità uditive devono richiedere assistenza alle compagnie aeree almeno 48 ore prima della partenza: “Lasciati guidare, la guida al turismo accessibile, vuole essere un’iniziativa davvero utile, non solo per le informazioni che vi si possono trovare ma anche perché Venere ha deciso di devolvere, per ogni prenotazione effettuata a partire dal sito turismoaccessibile.venere.com, il 30% del suo profitto netto alla Lega del Filo d’Oro” ha dichiarato lo staff del portale.

Ti potrebbero interessare anche:

Afef e Ben Ammar testimonial per il rilancio del turismo in Tunisia
Befana: 4mila calze per 4 giorni di festa a Urbania
NATALE/ Boom di presenze al mare, ci va un italiano su cinque
Nei locali storici di Trieste tanti sapori d'antan
Un sasso nel vuoto e si scoprì Frasassi
Parte il 1° e il 2 giugno il Gelato Festival: il tour europeo, per promuovere in Europa la cultura d...



wordpress stat