| categoria: salute

Nelle farmacie scarseggiano anticancro, antipsicotici e antiansia

«Continua la carenza di alcuni importanti medicinali in farmacia, a causa del mercato parallelo dei farmaci in Paesi europei più redditizi». A segnalarlo è il presidente di Federfarma Roma, Franco Caprino, che parla di un’emergenza non solo a Roma. «Sono ormai irreperibili o difficili da trovare medicinali importanti come antitumorali, ma anche antipsicotici, anticoagulanti, antiasma, antiemicrania e prodotti per il Parkinson», dice Caprino. Servono «immediati provvedimenti – sottolinea – e soprattutto occorre modificare la norma, perché il problema dell’importazione parallela sta aumentando. Un problema che noi abbiamo segnalato in passato con un esposto alla Procura della Repubblica. Rinnoviamo l’invito al legislatore per modificare la normativa». I farmaci destinati all’Italia «vengono infatti ‘dirottati’ e venduti all’estero, in Paesi del Nord Europa come la Germiania, perché lì si guadagna di più. Risultato? Per i cittadini diventano introvabili».

Ti potrebbero interessare anche:

Il primo trapiantato di mano si fa amputare
La chemioterapia in gravidanza non danneggia feti
Donne ancora le più discriminate in ospedali
Un vecchio farmaco per l'artrite contrasta la caduta dei capelli ?
Tra caffè e pesce, ecco la dieta salva-studio per 3 studenti su 4
Frutta e verdura, la "regola dʼoro" passa da 5 a 3 porzioni al giorno



wordpress stat