| categoria: economia

PETROLIO/ Con il calo dei prezzi l’Italia risparmia 24 miliardi

La riduzione a 45 dollari del prezzo del petrolio, dai 108 medi nei primi otto mesi del 2014, fa risparmiare all’Italia 24 miliardi di euro all’anno, a cui va aggiunta la diminuzione della bolletta per il gas importato. Per le famiglie italiane il bonus petrolifero è di 10 miliardi all’anno ed aumenta molto se si considerano i risparmi su elettricità e gas. È il Centro Studi di Confindustria a calcolare, in un rapporto, il «grande vantaggio» per del petrolio a basso costo. Un beneficio che per l’insieme dei Paesi importatori si attesta a 2.114 miliardi di dollari annui. Soffermandosi sui risparmi per le famiglie, per quelle più povere, rileva il Csc, la minore spesa energetica libera risorse pari al 2,8% dei consumi, contro l’1,2% per le più abbienti. Questa distribuzione progressiva del beneficio energetico favorisce la ripresa dei consumi perché la propensione al risparmio è minore se il reddito familiare è inferiore. Il più basso prezzo del petrolio, se persistente, sottolinea il Centro Studi di Viale dell’Astronomia, si traduce in un sostegno significativo all’economia italiana, perché alimenta consumi e investimenti. Il dispiegarsi di questa spinta sarà graduale e si intensificherà a partire dal secondo trimestre del 2015.

Ti potrebbero interessare anche:

GIOCHI/ Le stime del 2013: prima battuta d'arresto, la spesa è calata del 4%
Commercio, avvio 2014 peggiore da 40 anni
Imprese: Unioncamere, 3.600 fallimenti in 3 mesi
Tassa di soggiorno, 382 milioni di introiti nel 2014, + 32,9%
Da rifiuti urbani 90mila nuovi posti di lavoro entro il 2020
Istat, oltre un milione genitori disoccupati



wordpress stat