| categoria: politica

Agrigento, decade il Consiglio Comunale. M5S: vittoria della buona politica

Esulta il Movimento Cinque Stelle dopo le dimissioni in massa dei consiglieri di Agrigento, che hanno fatto decadere il Consiglio comunale della città dei templi. Il passo indietro è arrivato dopo lo scandalo ‘gettonopoli’ e l’apertura da parte della procura agrigentina di un’inchiesta. A far scattare le indagini è stata una richiesta di accesso agli atti da parte del M5S al Comune. Sono state scoperte così 1133 sedute di commissioni consiliari solo nel 2014 (contro le 109 del Comune di Trento) per una spesa complessiva vicina ai 400 mila euro (comprensiva dei rimborsi spese, oltre il gettone di presenza).«È la vittoria della buona politica – dicono i 14 deputati pentastellati all’Assemblea regionale siciliana, commentando le dimissioni di massa dei consiglieri -. Se non ci fosse stato il nostro gruppo, degnamente rappresentato da diversi cittadini, simpatizzanti ed attivisti, nel Comune di Agrigento, quella che viene vista oggi come una vergogna a livello nazionale, non avrebbe mai visto la luce e quanto avvenuto nelle ultime ore non sarebbe stato possibile commentarlo» Per i parlamentari le dimissioni in massa del Consiglio Comunale di Agrigento sono «l’unico atto di dignità che i cittadini, stanchi, potevano accettare, anche se, a onor del vero, è arrivato con estremo ritardo».

Ti potrebbero interessare anche:

Renzi blinda De Luca, sulla legalità non prendo lezioni
Berlusconi: Renzi? Mi somiglia molto, per lui è un bene
FI/ Berlusconi di nuovo in campo, come cambia la galassia azzurri
Ddl Concorrenza: verso stop esame dopo le dimissioni della Guidi
Legge elettorale in Aula a maggio ma restano le distanze tra i partiti
Di Maio, questa settimana ddl pensioni d'oro al Senato



wordpress stat