| categoria: Dall'interno

MALTEMPO/ Sole al Nord, Sud imbiancato e scuole chiuse

Scuole chiuse, collegamenti interrotti e paesaggi inediti: la neve oggi ha imbiancato gran parte del Sud Italia. Napoli ma anche i centri di Calabria, Puglia e Basilicata, e finanche alcune zone della Sicilia fanno i conti con un maltempo eccezionale, mentre al Centro e soprattutto al Nord, pur con temperature fredde, la giornata è stata ‘graziata’ dal sole. Disagi non solo per la neve ma anche per il forte vento con raffiche che in Alto Adige, nella zona del Brennero, hanno sfiorato i 145 chilometri all’ora. Rischio valanghe al Nord dove ancora si contano i danni del maltempo dei giorni scorsi, soprattutto in Emilia Romagna. Fiocchi di neve in pieno centro a Napoli. Se nei giorni scorsi la neve aveva fatto capolino nelle zone collinari della città e sulla cima del Vesuvio, con l’abbassamento delle temperature i fiocchi sono caduti sui monumenti e sulle vie del centro cittadino per uno spettacolo assolutamente irrituale. A Ischia invece una forte tramontana ha reso difficile i collegamenti marittimi, con un traghetto che si è anche arenato al porto di Casamicciola. Sempre nell’isola campana si registra un morto: salito sul tetto della propria casa per verificare i danni del maltempo, un uomo di 69 anni ha perso l’equilibrio per il cedimento di un cornicione ed è caduto. Dalle spiagge del Tirreno fino alle pendici aspromontane la neve ha imbiancato i centri della Piana di Gioia Tauro in Calabria. In alcuni Comuni oltre dieci centimetri di neve e la colonnina di mercurio è scesa al di sotto dello zero. Disagi sulla A3 Salerno-Reggio Calabria e sulla Jonio-Tirreno dove il traffico è stato interrotto per circa un’ora a causa di alcuni mezzi che si erano posti di traverso. Ad Enna scuole chiuse e transito consentito solo con le catene. Vera e propria bufera in Abruzzo, con la neve sulle alture e il forte vento nelle zone marittime, come Vasto, dove le raffiche hanno danneggiato lo Stadio del Nuoto. Nevicate intense anche in Molise e Basilicata dove le scuole restano chiuse in molti Comuni anche per la giornata di domani. Nel Nord il rischio maggiore sono le valanghe dopo le abbondanti precipitazioni nevose dei giorni scorsi. Strade chiuse per questo motivo nel saluzzese in Piemonte. E mentre nella provincia di Reggio Emilia, interessata la scorsa settimana da nevicate eccezionali, sono state segnalate ancora oggi utenze elettriche disalimentate, nelle Marche il presidente della Regione Gian Mario Spacca ha chiesto al Governo la dichiarazione dello stato di emergenza. A Roma il forte vento ha causato invece la caduta di alcuni pini sull’area giochi di un parco cittadino, villa Ada, per questo chiuso al pubblico. Sempre nella Capitale una buca provocata dalle piogge dei giorni scorsi ha ostacolato l’accesso al pronto soccorso di uno dei maggiori ospedali della città, il Policlinico Umberto I.

Ti potrebbero interessare anche:

Lo psichiatra Meluzzi diventa vescovo (ortodosso) e primate d’Italia
Foggia, l'ospedale non opera: per salvare il braccio affitta ambulanza e va in struttura privata
Bambini legati e morsi, 2 arresti in asilo a Milano
Malaria, Nas ora a caccia di tutti i malati italiani
Bergamo, bimba di 6 anni muore di meningite
Scontri Torino: indagata maestra che minacciò gli agenti. Si prospetta anche il licenziamento



wordpress stat