| categoria: Roma e Lazio

Non c’è un euro, Estate Romana a rischio?

Il bando scade il 4 marzo, ma la sorpresa si può scartare subito: dentro non c’è un euro. Così l’Estate romana rischia di perdere i suoi festival storici. Le casse del Campidoglio, infatti, potrebbero lasciare a secco le rassegne live della manifestazione estiva, nata grazie a Renato Nicolini a metà degli anni ’70. L’annuncio è arrivato il mese scorso quando l’assessore alla Cultura Giovanna Marinelli ha convocato alla Casa del Cinema tutti i rappresentanti dei festival che hanno animato negli ultimi vent’anni l’estate della Capitale. Personalità che la lunga carriera della Marinelli nel campo della cultura romana ha già fatto incontrare, tant’è che in molti la chiamano semplicemente Giovanna. Un incontro, affollato e soprattutto animato, che non ha lasciato margini di trattative.
La conferma delle brutte notizie è di questi giorni, con la pubblicazione del bando, che scadrà il 4 marzo, per i festival dell’Estate Romana: non ha copertura finanziaria. Dice Luca Ossicino, presidente della Festa Europea della Musica, evento inaugurale della kermesse: «Nell’incontro, la Marinelli ci ha comunicato che per i festival storici (con più di dieci anni di edizioni, e che lo scorso anno hanno vinto il bando triennale, ndr.), al momento il bilancio previsionale del Comune non prevede un impegno economico, e che in futuro ci avrebbe informato se con l’approvazione definitiva del bilancio si sarebbe riuscito a trovare i fondi».

Ti potrebbero interessare anche:

Vigili urbani, tregua tra sindaco e sindacati. La città respira
EDITORIA/ La guerra di T9, i giornalisti "resistono" a Caltagirone
GIUBILEO/ Gabrielli, la minaccia del terrorismo è globale, indiscriminata, indistinta
Viterbo, così rinasceranno le vecchie terme ex Inps
Casa di cura fantasma sequestrata a Marino
l'indagine sull'assessore Muraro prorogata di altri sei mesi? L'avvocato smentisce



wordpress stat