| categoria: sanità, Senza categoria

FUMO/ Nel decreto Milleproroghe la norma per il divieto di fumo in auto con minori

La norma per il divieto di fumo in auto alla presenza di minori, fortemente voluta dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin, è stata trasmessa a Palazzo Chigi per essere inserita, secondo quanto si apprende, nel Milleproroghe o in uno dei prossimi veicoli parlamentari del governo. Lorenzin, dunque, porta avanti il progetto di cui da tempo sostiene la necessità e, alla notizia che in Inghilterra tale divieto sarà in vigore a partire dal primo ottobre, commenta all’ANSA che, «forse, ora anche quegli italiani che non avevano compreso la portata dell’intervento sul fumo passivo e la necessità di proteggere i nostri figli, capiranno adesso che è molto importante farlo». L’obiettivo e’, naturalmente, prevenire i danni: dopo il divieto di fumo nelle scuole e luoghi adiacenti (fermo restando il divieto di vendita in Italia di tabacco ai minori di 18 anni), il ministro insiste sul fumo in auto, «essendo ormai acclarati – ha più volte sottolineato – i danni da fumo passivo soprattutto tra i giovanissimi». In realta’, gia’ nel 2013 Lorenzin aveva provato ad introdurre lo stop al fumo in auto in presenza di minori, presentando in Consiglio dei ministri un ddl ad hoc. Il provvedimento, pero’, venne bloccato perche’ il governo dichiaro’ l’intenzione di lasciare il tema al dibattito parlamentare. Il ministro si rivolse allora direttamente ai parlamentari, con una lettera aperta, chiedendo sostegno nella lotta al fumo: «Se ridiamo la parola ai nostri figli, se li sentiremo dire in auto ‘papa’ non si passa col rosso’, ‘papa’ non si dicono parolacce’, ‘papa’ il fumo mi fa male’, allora a qualcosa forse saremo serviti. È per questo – scriveva – che vi chiedo sostegno, dentro e fuori il Parlamento, per fare un piccolo passo avanti di civiltà».

Ti potrebbero interessare anche:

Un decalogo contro le cure dei denti di bassa qualità
Calvario per El Shaarawy , operato e fermo tre mesi
Madre non ha soldi per il ticket, il Cup rifiuta le analisi al bambino
VITERBO/ Belcolle, arrivano al Pronto Soccorso i volontari per accogliere i pazienti
Balneari: Baretta, su 7000 km spiagge solo 100 milioni di canoni
Neurologia pediatrica e malformazione della testa dei bambini. A caccia delle cause sul Dna



wordpress stat