| categoria: In breve, Senza categoria

Truffa contributi per assistenza anziani, inchiesta della Procura di Bari

Un secondo sequestro pari a 840mila euro è stato eseguito dalla guardia di finanza nei confronti di società cooperative Onlus, con sedi in varie regioni italiane, impegnate nell’assistenza domiciliare ad anziani. Un primo provvedimento di sequestro di urgenza, dello stesso importo, era stato eseguito nel dicembre scorso. Le società, stando alle indagini coordinate dalla Procura di Bari, avrebbero attestato falsamente il possesso del requisito della disoccupazione per assumere, a tempo indeterminato, 41 dipendenti con le mansioni di operatori socio-sanitari e operai grazie a 1,7 milioni di euro di contributi pubblici ‘Por Puglia 2007-2013 – bando dote occupazionale’, la metà dei quali già percepiti. I lavoratori, hanno accertato i finanzieri, erano dipendenti di un’altra società facente capo allo stesso gruppo e trasferiti formalmente alla cooperativa beneficiaria del contributo pubblico «al solo fine – spiega la Procura – di legittimare la percezione della dote occupazionale». Otto le persone indagate con l’accusa di truffa aggravata. Tra i beni sequestrati ci sono disponibilità bancarie, ville, appartamenti e terreni, nelle provincie di Bari, Foggia e L’Aquila, tre autovetture e tre motocicli.

Ti potrebbero interessare anche:

Un 'altra "balotellata"? Ma superMario smentisce, nessuna rissa
VINO/ Il governo cinese taglia il Bordeaux, il più amato dai gerarchi di Pechino
USA/ Warren "promossa", primo passo verso la corsa alla Casa Bianca
Pizzoferrato, la Procura sequestra le fogne di un villaggio turistico
Il Vicenza passa al "Francioni", retrocessione dietro l'angolo per il Latina
EDITORIA: ASR, CONTINUA SCIOPERO OLTRANZA AL VELINO



wordpress stat