| categoria: Roma e Lazio

Marino-Pucci, da oggi tutti i grandi lavori pubblici in città avranno un “countdown”

Roma - L'assessore ai Lavori pubblici Maurizio Pucci (a sinistra) e il sindaco Marino

«Da oggi abbiamo deciso che in tutti i lavori pubblici importanti installeremo il countdown per informare i cittadini dando un segnale di responsabilizzazione della nostra amministrazione: sarà in tutti i lavori di opere pubbliche della nostra città perché tutti i cittadini possano verificare i lavori e i tempi, non solo sul posto ma anche sul sito del Comune in modo che i romani sappiano come vengono spesi i loro soldi». Lo ha annunciato il sindaco di Roma, Ignazio Marino, durante l’accensione del primo countdown installato oggi per i lavori della Panoramica. «È un impegno con la cittadinanza – ha aggiunto l’assessore ai Lavori pubblici, Maurizio Pucci – una autoghigliottina: chi non rispetta questo patto va a casa perchè così si amministra una città». Fine dei lavori fra 114 giorni, ovvero il 7 giugno 2015. È partito questa mattina il primo countdown elettronico della città, azionato dal sindaco di Roma, Ignazio Marino, e dall’assessore ai Lavori pubblici, Maurizio Pucci, per la completa messa in sicurezza della Panoramica dopo la frana causata dall’alluvione del 31 gennaio 2014 che provocò danni e disagi nel quartiere nord-ovest della città. «Ringrazio tutto il team di dell’assessore Pucci, i presidenti Alfonsi e Barletta che hanno seguito l’opera dal 31 gennaio 2014, quando l’alluvione ha causato danni alle arterie della città e disagi ai cittadini. In una di queste strade qualcuno scrisse – ha ricordato Marino – ‘Se veniva mio nonno con la paletta faceva primà. In realtà l’autore di quella scritta ha ragione, il nonno avrebbe fatto come si faceva in passato: rapida pulitura e riapertura della strada. Ma noi abbiamo scelto un altro percorso: abbiamo chiesto ai geologi di studiare cosa fosse accaduto e c’era il rischio crollo dell’intero colle in caso di un’altra alluvione e per le auto di essere sepolte da pietre e detriti. Inoltre, in questo particolare luogo della città vi era uno scolo abusivo delle acque e quindi siamo intervenuti anche su questo. Abbiamo scelto così di investire meglio i soldi dei romani e delle romane in una opera di prevenzione e sicurezza per chi vive e percorre strade di scorrimento come questa. Nella prima fase abbiamo speso un milione e 900 mila euro, per la seconda fase avviata con gara si tratta di due milioni e 700mila euro. Somme importanti ma questa è una delle viabilità più rilevanti della città. Il Governo Renzi ha stanziato una somma per tutte le regioni che hanno subito l’alluvione di gennaio. Il Lazio ha avuto una somma e di questa a Roma verranno dati dalla Regione circa 10 milioni di euro». «I lavori di sistemazione di questa area sono complessi e difficili – ha spiegato Pucci – perché si tratta di un’area protetta. Il metodo che da oggi abbiamo scelto con il countdown è un metodo di autoghigliottina: chi non rispetta i tempi va a casa». Il 7 giugno, insieme alla Panoramica, verrà riaperta anche la Trionfale a doppio senso.- «Dopo quello della Panoramica, installeremo altri tre countdown: uno sulla Prenestina bis, cantiere aperto da sei anni, uno su via Boccea aperto da tre anni e infine sulla Tiburtina, cantiere aperto da dieci anni. Entro le prossime settimane accenderemo il prossimo», ha annunciato l’assessore.

Ti potrebbero interessare anche:

Camion bar a Roma, nuove regole: arrivano gli avvisi di sfratto
Acilia, aggredito un altro autista di bus. "Un automobilista lo ha seguito e picchiato"
Fiamme in appartamento, muore un anziano
L'assessore Danese, tornano i nonni davanti a 102 scuole
Amazon investe in Lazio: oltre 150 milioni di euro per il nuovo centro distribuzione
Olimpiadi 2024, c'è un piano per aggirare il no della Raggi?



wordpress stat