| categoria: litorale

Ostia, verranno aperti altri 15 varchi per arrivare al mare

Oltre a quelli delle spiagge libere, almeno quindici varchi aperti a tutti per arrivare in riva al mare. Dal Campidoglio sta per arrivare la mossa decisiva che farà finalmente il crollare il “lungomuro” di Ostia, come gli ambientalisti chiamano ironicamente le barriere architettoniche insormontabili del lungomare.
La delibera, in fase di studio nelle stanze dell’assessorato all’Urbanistica, riguarda la “Adozione del Piano di utilizzazione degli arenili (Pua), che stabilisce i criteri dell’occupazione delle aree demaniali della costa, e dello Strumento urbanistico degli arenili (Sua), che si occupa del recupero e della riqualificazione urbana della fascia del litorale.
E proprio quest’ultimo detta: “Viene lasciata ai concessionari la possibilità di individuare una diversa collocazione dei varchi, ma se non viene raggiunto il numero minimo, l’amministrazione si riserva il diritto di procedere d’ufficio”.

Poi le regole. I varchi dovranno avere una larghezza minima variabile tra i 15 e i 20 metri, da arredare con percorsi, da realizzare con tavole di legno, ogni 200 metri di litorale. Non solo. “Alla fine del percorso”, si legge nella delibera “deve essere predisposta una piazzola di sosta all’ombra per la fruizione dell’arenile da parte delle persone diversamente abili”. Ancora, i percorsi dovranno essere arredati con verde ed illuminazione e custoditi adeguatamente dal lungomare con un servizio di guardiania gestito insieme a quello dello stabilimento.
Infatti i varchi dovranno essere ricavati “all’interno della concessione”. E la loro progettazione non deve prevedere muri o recinzioni tra il varco e il resto delle aree della concessione. Lungo il percorso dei varchi sarà vietato fermarsi per la balneazione, ma dovranno essere realizzati angoli ombreggiati per gli animali domestici.

I varchi potranno essere gestiti anche in maniera consortile dai concessionari confinanti e in tutte le concessioni dovranno esserci obbligatoriamente due ingressi, uno per i clienti e un altro per i mezzi che servono per la pulizia dell’arenile. Naturalmente i titolari delle concessioni avranno l’obbligo di permettere il libero e gratuito accesso alla zona della battigia antistante l’area compresa nella concessione, mentre i varchi saranno anche un modo per aumentare le visuali e garantire la vista del mare. La delibera sarà perfezionata nei prossimi giorni, pronta per essere discussa nelle commissioni Ambiente e Urbanistica per poi arrivare in aula.

“Dopo mezzo secolo”, spiega il consigliere del Pd Athos De Luca, “i cittadini romani potranno accedere liberamente alla spiaggia di Ostia, per godere di un bene ambientale come previsto dalla Costituzione e dalle leggi dello Stato. Un diritto che fino ad oggi non è stato rispettato per la resistenza dei titolari degli stabilimenti in concessione e la debolezza delle istituzioni. Il Comune che non fa rispettare le leggi può essere responsabile di omissione di atti dovuti e a favore di interessi particolari e ai danni della collettività. La delibera prevede che di fronte ad eventuali opposizioni degli stabilimenti il Comune

intervenga direttamente revocando la concessione e realizzando i varchi con specifiche ordinanze”.
“Questa è una battaglia”, conclude De Luca, “in difesa dell’ambiente e dei diritti costituzionali, ma anche una battaglia di legalità rispetto ai fenomeni di malavita diffusi ad Ostia, di fronte ai quali le istituzioni non possono arretrare neppure di un millimetro, altrimenti mostrerebbero un cedimento alle lobby e legittimerebbero l’illegalità”.

Ti potrebbero interessare anche:

CIVITAVECCHIA/Emissione di fumi in porto, alta attenzione della Guardia Costiera
OSTIA/ 'Carenza di vigili, interrotta anche la sorveglianza al giudice'
Due milioni in crociera. E' boom a Civitavecchia
"Le vie del mare", parte il festival itinerante alla scoperta delle "perle blu" ...
L'INTERVISTA/ Polillo: "Sabaudia a fondo senza una politica di marketing turistico
MARE DI LATINA/ Doccia fredda sul Lungomare, il senso unico non si tocca



wordpress stat