| categoria: Roma e Lazio

Per finire la “Nuvola” di Fuksas servono più di 70 milioni, lo Stato ricapitalizzi Eur spa

Per completare il cantiere della ‘Nuvolà progettata dall’architetto Massimiliano Fuksas e destinata a diventare il nuovo centro congressi dell’Eur, «servono 70 milioni a cui si aggiungono le riserve dell’impresa. Lo Stato che detiene il 90% delle quote deve dare seguito alla ricapitalizzazione della società e consentire il completamento dell’edificio». È la linea dell’assessore capitolino all’ Urbanistica Giovanni Caudo che ritiene necessaria la ricapitalizzazione di Eur Spa, una società per azioni partecipata per il 10% dal Comune di Roma e per il 90% dal ministero delle finanze. «Così Roma – prosegue Caudo – potrà essere attiva nella fetta di mercato più importante del turismo, quello degli affari. Un investimento che si ripagherà grazie alla ricchezza prodotta dalle nuove attività, per questo (s)vendere il patrimonio è un errore strategico oltre che sotto il profilo patrimoniale ed economico. L’Eur non sono solo degli edifici, l’Eur è Roma. Il Comune lavorerà con il socio di maggioranza per un piano di ristrutturazione e di rilancio dell’Eur che potrà prevedere una differente ripartizione patrimoniale tra lo Stato e il Comune. Quindi sempre nel perimetro pubblico, e per un progetto strategico che faccia dell’Eur la città del turismo congressuale e contemporaneamente un Polo Museale di eccellenza».

Ti potrebbero interessare anche:

Piena del Tevere, circoli danneggiati. E' sempre peggio
Rifiuti, verso un dl anti-emergenza per Roma
Se l'handicap diventa spot, Giachetti e Argentin restano a piedi. Il bus non ha la pedana
SICCITÀ, I SINDACI DEL LAGO: EMERGENZA SOTTOVALUTATA, VALUTIAMO AZIONI LEGALI
Uccisa e fatta a pezzi, il killer: «Ci pensavo da mesi, ho aspettato che tornasse dalle vacanze»
Bus in fiamme in via del Tritone



wordpress stat