| categoria: sport

A Verona solo un gol di Totti, la Roma non vince più

La Roma non esce dalla morsa del pareggio, il sesto nelle ultime sette partite, e la Juventus allunga la sua fuga portando a 9 i punti di vantaggio. A bloccare i giallorossi di Garcia stavolta è il Verona di Mandorlini che reagisce all’iniziale svantaggio a firma di capitan Totti e difende senza particolari problemi il pareggio nel secondo tempo, creando anche qualche occasione favorevole. E allontanando gli spettri sulla panchina del tecnico gialloblù. Anche in riva all’Adige, così, la squadra di Garcia ha dilapidato il vantaggio, ma soprattutto ha messo in campo una gara scialba, priva di mordente, che non è parsa all’altezza di una formazione che vuole cercare ancora di dare la caccia ai bianconeri. Un pareggio che suona come l’ennesimo segnale: la squadra capitolina deve fare una seria riflessione sulla classifica, cominciare a guardarsi anche alle spalle, piuttosto che alzare il tiro per una lotta scudetto che, ora come ora, sembra avere un padrone assoluto in terra piemontese. In casa Verona, invece, il punto in più in classifica è salutare, è una boccata di ossigeno per la panchina di Mandorlini, che stava cominciando a scricchiolare, viste le tre sconfitte consecutive. La partita nel primo scorcio del primo tempo mostra gli uomini di Garcia all’attacco con i padroni di casa a maglie strette. La Roma palleggia bene, non affonda con forza negli ultimi sedici metri, ma si fa pericolosa con i tiri da fuori. Ci prova prima Nainggolan e poi, al 26′, è il turno di Totti. Da una trentina di metri dalla porta parte un tiro che buca Benussi e porta in vantaggio i giallorossi. Per l’undici di Garcia sembra l’avvio di una cavalcata, con un altro paio di occasioni. Nella prima mezzora il Verona non vede la palla. Al 38′, però, il cielo si oscura per la Roma: su un cross da sinistra Jankovic salta più in atto di tutti, la palla carambola sul corpo di Keita e finisce alle spalle di De Sanctis. Al 46′ Lajijc prova su punizione dai venticinque metri ma trova l’incrocio dei pali. Si va negli spogliatoi con i giallorossi che hanno all’attivo tante tessiture, buone occasioni, ma poca sostanza e con l’incubo di un segno pari. Nella ripresa è il Verona a cambiare atteggiamento. La squadra di Mandorlini alza leggermente il proprio baricentro ma soprattutto riesce a ripartire con più frequenza. Al 54′, i padroni di casa sfiorano il vantaggio. A salvare la rete romanista è Torosidis che respinge una palla di Hallfredsson. La Roma fa un possesso di palla sterile, ma in attacco non punge e continua ad affidarsi ai tiri da fuori, ma senza impensierire più di tanto il portiere veneto. Gli ultimi minuti sono una girandola di cambi e nei tre di recupero i giallorossi tentano le ultime chance ma senza portare a casa il risultato.

Ti potrebbero interessare anche:

Balotelli-Osvaldo, test Prandelli per il Brasile
Doping nel mondo del baseball, Rodriguez squalificato per 211 gare
SOCHI/Canada ancora d'oro nell'hockey, è l'ultimo podio dei Giochi
Inzaghi sorride, il suo Milan può lottare tra i grandi
Lazio-Saint Etienne, rinvenuti esplosivi, coltelli e mazze. Cinque arresti
L'INTERVISTA/ S.Lucia Basket, ottantamila euro per ricominciare. Ma per andare avanti serve molto di...



wordpress stat