| categoria: sanità Lazio, Senza categoria

PROMESSE/ Zingaretti, in un anno dimezzato il deficit, da giugno ripartono le assunzioni

«In un anno è dimezzato il deficit: da 669 milioni del 2013, chiuderemo secondo tutte le stime il 2014 a meno di 300 milioni. Per il primo anno cioè riporteremo sotto il 5% il rapporto tra deficit e dotazione del Fondo Sanitario regionale, condizione primaria per l’uscita dal commissariamento». Lo ha detto il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti intervenendo al Consiglio straordinario sui pronto soccorso. «Pur dentro questo quadro di contenimento della spesa – ha aggiunto – il Lazio è insieme al Piemonte l’unica Regione commissariata adempiente rispetto al raggiungimento dei Livelli essenziali di assistenza, cioè l’obiettivo fondamentale di tagliare gli sprechi senza compromettere la tenuta dei servizi. Tra le buone pratiche avviate nel rispetto dei vincoli di bilancio – ha detto ancora – posso annunciare che siamo la seconda Regione ad avviare la somministrazione del nuovo farmaco contro l’epatite C, già fornito a 100 pazienti, e siamo tra le Regioni italiane che hanno avuto il maggior incremento di trapianti: più 15% in un anno. Segni della vitalità di un sistema che se messo nelle condizioni di farlo, risponde nel migliore dei modi», ha concluso.
L’approvazione a marzo degli atti aziendali delle aziende sanitarie «consentirà il superamento del limite del 15% alla deroga del blocco del turnover, avviando, nel secondo semestre del 2015, il progressivo sblocco della assunzioni e la stabilizzazione dei primi 200 contratti a tempo determinato in possesso dei necessari requisiti», ha detto ancora Zingaretti, «Così come dopo 7 anni – ha ricordato – partirà il primo concorso pubblico per reperire 132 unità a tempo indeterminato e 28 a tempo determinato per 3 anni tra medici, infermieri e tecnici della riabilitazione psichiatrica per il superamento degli ospedali psichiatrici giudiziari (Opg)».

Ti potrebbero interessare anche:

Addio a Bigas Luna e alle scandalose età di Lulù
MUSICA/ Vent'anni fa l'addio a Mia Martini
Omicidi a Napoli, guerra tra clan senza esclusione di colpi
Musica: tempo di festival tra megaraduni e città d'arte
Pulizie di bilancio mandano in rosso Banco Bpm, Ubi e Carige
Qualcuno salvi il soldato Renzi



wordpress stat