| categoria: Roma e Lazio

Alla scuola bruciata al Gianicolense mancavano le serrature, più del 70% degli istituti senza allarmi

«Oggi come mai, le responsabilità politiche dell’incendio alla scuola Oberdan hanno i nomi della presidente del Municipio XII Maltese, del sindaco Marino e dei loro assessori competenti. Sì, perché Municipio XII e Campidoglio conoscevano la via d’accesso utilizzata dai vandali, ma nonostante le segnalazioni e i precedenti episodi di vandalismo, nessuno ha fatto nulla. Per introdursi nella scuola basta scavalcare un portone privo di offendicoli e aprire una porta con la serratura rotta. Tutti sapevano, ma nessuno è intervenuto e dopo un anno i vandali hanno fatto nuovamente visita alla scuola. Per questo avvieremo un’indagine con la commissione trasparenza, per inchiodare i responsabili di questa vergognoso disservizio, al termine della quale invieremo un esposto alla Procura della Repubblica». Lo dichiara in una nota Marco Giudici, consigliere e presidente della Commissione Trasparenza del Municipio XII. «Oltre a chiedere il rispetto delle tempistiche promesse per il ripristino della parte di edificio danneggiato dall’incendio – prosegue Giudici -, invito Marino e Maltese a smettere di nascondersi dietro ad un dito e ad assumersi le proprie responsabilità, scusandosi con le mamme e con i bambini offesi ed aggrediti nella loro intimità scolastica. Il quartiere non può tollerare queste forme di sopraffazione, né tantomeno che un plesso scolastico sia lasciato aperto durante la notte, privo di qualsiasi dispositivo di sicurezza».
“Più del 70% delle scuole di competenza comunale di questa città sono infatti prive di un sistema di allarme o con sistemi guasti, fuori manutenzione, smantellati, in ristrutturazione, sospesi, spenti o vetusti. Sulla punta di una mano si contano poi le scuole in cui sono installate telecamere. Le parole del sindaco Marino e del PD sono ridicole, pensano di poter prendere in giro un intero quartiere e chi vive ogni giorno la scuola. Le intrusioni notturne, gli atti di vandalismo, i furti e anche gli incendi sono un fenomeno che va avanti da troppi mesi in questa città soprattutto negli asili nido. Ne sono state vittime scuole alla Magliana, a Villa Bonelli, a Casetta Mattei e a Monteverde nuovo e vecchio: solo per fare alcuni esempi inerenti questo quadrante di Roma. Oggi la sinistra si straccia le vesti e se la prende con tutti e cioè con i propri esponenti, visto che governano tutto e non hanno fatto nulla in questi mesi. Ora Marino le vuole mettere alla Oberdan, quando invece serve un piano specifico di sicurezza che interessi tutte le scuole della città. Si chiedano pure dove sono i fondi promessi da Renzi per la scuola, che cosa ha fatto Zingaretti, a cosa pensa Alfano e perché solo ora il sindaco Marino si accorge del problema delle scuole e dell’insicurezza di questa città”, così in una nota Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio.

Ti potrebbero interessare anche:

I Barbari del calcio devastano il centro di Roma. “Flop sicurezza”
CULTURA/Marino: Roma cerca filantropi per finanziamenti
Daspo per Onorato e Peciola dopo lo scontro in Aula Giulio Cesare?
MALTEMPO/ Ancora allerta per domani a Roma. Previsti temporali
IL PUNTO/ Marino annuncia l'addio irrevocabile ma è tentato dalla conta
La Raggi ci riprova, coprifuoco alcolico permanente contro la movida



wordpress stat