| categoria: attualità

ISIS/ 2 – Scempio a Mosul: video mostra distruzione di statue e bassorilievi

L’Isis torna ad accanirsi contro la storia e la cultura dei territori occupati. L’ultimo video diffuso a Mosul dallo Stato islamico mostra uomini barbuti che, armati di martello pneumatico, distruggono statue e bassorilievi antichi appartenenti al patrimonio archeologico dell’antica città assira di Ninive, alla periferia dell’odierna Mosul. Una barbara campagna di distruzione del passato che ha già colpito luoghi di culto, biblioteche e una parte delle mura della capitale assira.

Il Califfato segue una dottrina fondamentalista sunnita che vieta qualsiasi riproduzione di essere umani o animali, specialmente se raffigurano delle divinità. La devastazione, documentata da immagini diffuse attraverso un account Twitter usato dal Califfato, è condotta dai jihadisti all’interno di un museo di Ninive.

In particolare nel video, che dura cinque minuti, sono riconoscibili una statua di un toro alato che rappresenta l’antica divinità mesopotamica di Nergal, oltre ai cartelli in arabo e in inglese che spiegano i manufatti esposti.

Ti potrebbero interessare anche:

Expo, il Padiglione Italia non sarà finito per il Primo maggio. Inaugurazione senza Mattarella
Hurghada, ancora incerta la matrice dell'attacco all'hotel
Regeni, domani la salma a Fiumicino
Belgio: primo caso al mondo di eutanasia su un bambino
Gabbani, il cantautore che balla
Coronavirus, Oms: 'Livello minaccia mondiale virus ora molto alta'



wordpress stat