| categoria: politica, Senza categoria

SICILIA/FI contro la Borsellino, la sanità costa 8,6 miliardi, la mobilità passiva 220 milioni

– «In Sicilia la sanità costa 8,6 miliardi di euro, ossia il 55% del bilancio della Regione, ma le disfunzioni del comparto sono evidenti: i pronto soccorso sono dei lazzaretti, non ci sono interventi di adeguamento alle nuove tecnologie e i cittadini siciliani piuttosto che rivolgersi all’offerta dell’Isola preferiscono la mobilità passiva, che costa 220 milioni di euro». A dirlo, durante una conferenza stampa convocata all’Assemblea regionale siciliana per presentare la mozione di censura all’assessore alla Salute della Sicilia, Lucia Borsellino, è stato il capogruppo di Forza Italia a Palazzo dei Normanni, Marco Falcone. L’atto, che nasce dal «soffocamento del dibattito d’Aula, chiesto dall’opposizione, sull’intero settore sanitario», porta al momento la firma degli otto parlamentari forzisti. Ma gli azzurri si dicono certi di poter contare anche sull’appoggio dei deputati della Lista Musumeci e del Movimento Cinque Stelle, che «spingono per le dimissioni» ha assicurato Falcone. Il capogruppo ha puntato il dito anche contro lo stesso presidente dell’Ars Ardizzone, che «ha ignorato e violato il regolamento d’Aula, che prevede che il 30 per cento dei lavori dell’assemblea siano indicati dall’opposizione». Il riferimento è al ‘no’ alla richiesta, avanzata ieri in conferenza dei capigruppo dallo stesso Falcone, di calendarizzare la discussione sulle disfunzioni della sanità siciliana.

Ti potrebbero interessare anche:

ROMA/ Viaggio nel tempo con il "Gran ballo di Sissi" a Palazzo Brancaccio
Roma fa schifo? Sesso in strada tra i rifiuti in pieno giorno a Trastevere
Legge Stabilità, al via l'esame delle possibili correzioni
Cortina, la bianca stagione del wellness
TURISMO/Luxury vale 1.000 miliardi, è settore che cresce di più
RDC: INTESA GOVERNO, ESCLUSO CHI CAMBIA RESIDENZA DOPO 1 SETTEMBRE 2018



wordpress stat