| categoria: economia

Edilizia, 2014 anno nero: -7%. Artigiani: ‘I peggiori in Ue’

Anno ‘nero’ il 2014 per l’edilizia in Italia. Il valore della produzione è crollato di quasi il 7% (6,9%), in controtendenza rispetto alla crescita dell’1,9% della media dei Paesi Ue. In Germania la crescita è stata del 2,4% e in Spagna, nel 2014 è volata del 16%, dopo il crollo del 57,1% registrato tra 2004-2009. Lo rileva la Confartigianato. L’edilizia mostra “un timido segnale positivo alla fine del 2014” quando tra novembre e dicembre il valore della produzione segna una risalita del 2,3%. A rilevarlo e’ Confartigianato in un rapporto in cui viene segnalata la forte crisi subita dal settore nello scorso anno, con il crollo del 7% in termini di valore della produzione, e i pesanti effetti sulle aziende con oltre 13.000 imprese artigiane cancellate (-2,4%).

Ti potrebbero interessare anche:

Visco (Bankitalia): a noi il potere di rimuovere i manager delle banche
Letta al question time, "sarà lotta senza quartiere all'evasione fiscale"
Crollano le e-cig, negozi già chiudono
Bce, 'Disoccupazione elevata, va stabilizzata la ripresa'
Visco al Forex, difesa di bankitalia e sfide al sistema
Lagarde: "Ripresa in Eurozona molto incerta e disomogenea"



wordpress stat