| categoria: Roma e Lazio

Roma città degli abusivi? Irregolare anche il 90% delle affissioni

Solo un impianto pubblicitario su 10 vede regolarmente pagato il proprio canone di affissione. È quanto emerge da una verifica effettuata con un nuovo software, il Visual Analytics prodotto da una società Usa e presentato in commissione Commercio, che ha incrociato alcuni dati forniti dal dipartimento per le attività produttive di Roma Capitale. La prima applicazione del software, che potrà essere usato anche per controlli su Cosap e Osp, è servita proprio a fornire un quadro della situazione nella Capitale in materia di impianti pubblicitari e pagamento del canone di affissione, in base ai dati forniti dagli uffici comunali che però, come sottolineato dal dipartimento, non sono completamente affidabili e necessitano di essere verificati.
Grazie al programma, i cartelloni sono stati raggruppati e suddivisi fra i vari municipi, fornendo informazioni relativamente alla loro concentrazione e redditività. Fra le potenzialità del programma, anche quella di fornire dati percentuali sul numero degli abusivi e degli evasori del canone. Nel 90% dei casi di impianti pubblicitari presenti in città, il canone non viene pagato, un’evasione che, sempre in base all’analisi, comporta mancati introiti nelle casse amministrative per diversi milioni di euro.

Ti potrebbero interessare anche:

RIFIUTI/Zingaretti, mai fatto patti o favorito interessi
VIGILI/Non si governa il traffico a colpi di tweet
Per "bucare" la Ztl basta una targa straniera, clamorosa truffa di un imprenditore di Apri...
DEGRADO CAPITALE/ Mutande e calzini stesi alla Domus Aurea. Marino pensa ad altro
Renzi "candida" Giachetti, conosce la città meglio di chiunque
Il commissario Tronca incrocia i dati per trovare abusivi e morosi



wordpress stat