| categoria: Roma e Lazio

Imbarazzante, Ama e Atac devono ancora avere i rimborsi per il Giubileo del 2000

Il Campidoglio chiede contributi una tantum dello Stato per le spese straordinarie del futuro Giubileo, ma ancora non ha ricevuto tutti i soldi promessi per quello di 15 anni fa per i servizi di trasporto e raccolta dei rifiuti. La sorpresa, clamorosa soprattutto in un periodo di trattative con Palazzo Chigi sugli extra costi, è scritta nero sui bilanci (non particolarmente floridi) di Atac e Ama, che già nel Duemila erano in prima fila nell’erogazione dei servizi necessari per le celebrazioni dell’Anno santo. E che dovranno anche in quest’occasione rafforzarli, attendendo finanziamenti che, come si vede, sono tutt’altro che garantiti.
Partiamo dai trasporti: tra i crediti vantati dall’Atac, e iscritti nell’ultimo bilancio approvato dall’azienda di via Prenestina, ci sono complessivamente 13,1 milioni di euro attesi, finora invano, dalla Presidenza del consiglio. Tra questi, 12,7 milioni sono «relativi alle intensificazioni del servizio effettuate nel quadro delle celebrazioni relative al Giubileo» del 2000, e soprattutto per l’organizzazione della Giornata mondiale della Gioventù di Tor Vergata.

Ti potrebbero interessare anche:

Bettini, se il Pd vuole io mi candido
San Giovanni, massacrata di botte dal compagno nel parco
la Lega sbarca a Garbatella. "Salvini farà un giro nel quartiere". Peciola:"Meglio ch...
Due milioni di nuovi poveri nel Lazio, disoccupati, precari e pensionati
Rissa tra automobilisti a Monteverde, sperona un'auto e picchia il conducente
E il nuovo stadio della Roma diventa un problema per il governo



wordpress stat