| categoria: In breve

Corruzione e appalti, la lista di Lupi a casa dell’imprenditore

Una lettera su carta intestata del ministro Maurizio Lupi con indicate grandi opere per oltre nove miliardi di euro. A trovarla sono stati i carabinieri del Ros durante le perquisizioni effettuate nell’ambito dell’inchiesta fiorentina su corruzione e appalti. Era nel trolley di Stefano Perotti, l’ingegnere dai 19 incarichi, considerato “il braccio esecutivo” di Ercole Incalza, mega manager del ministero delle Infrastrutture. Un documento considerato importante, perché contenuto in una cartellina della Struttura tecnica di missione, ma soprattutto perché indica nel dettaglio i lavori che dovevano passare al vaglio del Cipe. Tanto che la lettera è indirizzata al sottosegretario Luca Lotti che ha la delega sul Comitato interministeriale per la programmazione economica. Come mai Perotti l’aveva con sé? Il sospetto è che, in realtà, fosse proprio lui a preparare i documenti per le opere che andavano finanziate dal Governo.

Ti potrebbero interessare anche:

Sequestrati 15 milioni di oggetti made in China
Turista malmenato a Villasimius, il presidente della Regione lo invita a colazione
Autogrill sbarca in Russia, sarà all'aeroporto di S.Pietroburgo
FINMECCANICA/ Firmato a Palazzo Chigi maxi contratto Atr
Google diventa medico, ricerca sintomi e fa diagnosi
RIO: USA CONFERMANO, LOCHTE RAPINATO CON ALTRI TRE



wordpress stat