| categoria: litorale

MAFIA CAPITALE/ L’assessore Sabella vuole l’esercito a Ostia

“Come non essere d’accordo sulla necessità di dare un segnale chiaro di presenza dello Stato. Ostia non è la Sicilia del dopo stragi, ma è indubbio che un rafforzamento della presenza dello Stato, anche con l’esercito, può servire. Questo ovviamente senza dimenticare che Roma ha anche altri problemi”. E’ d’accordo l’assessore alla Legalità di Roma e delegato al litorale Alfonso Sabella con le parole del commissario del Pd per Ostia Stefano Esposito che ha proposto che “una parte delle forze dell’ordine e dei militari che sono stati mandati a Roma, vanno inviati a Ostia”. “Non credo che Esposito abbia voluto dire ‘militarizziamo’ il territorio, nessuno vuole questo – ha precisato Sabella – ma sono concorde con il fatto che parte del contingente promesso da Alfano dovrebbe andare ad Ostia, che ha un’emergenza. La coperta purtroppo è corta e in città abbiamo tanti altri aspetti da considerare, come le periferie, ma cercheremo di farcela bastare”.

La proposta di Esposito di mandare i militari a Ostia viene spiegata così: “Ostia è un grande problema nazionale e fino ad oggi non è stato vissuto come tale. Non è pensabile che un territorio come Ostia, con quel livello di infiltrazione, abbia una presenza così ridotta delle forze dell’ordine, ho già detto a Orfini e Sabella che una parte delle forze dell’ordine e dei militari che sono stati mandati a Roma, vanno mandati a Ostia. C’è un territorio da andarsi a riprendere – ha detto il senatore commissario Pd a Ostia, a Radio Città Futura – Io penso che la prima cosa necessaria ad Ostia sia mettere in condizioni le forze dell’ordine presenti, polizia, carabinieri e guardia di finanza, di lavorare. Al momento sono in sott’organico, servono più uomini. Poi, visto che ci avviciniamo alla stagione estiva, dove a detta degli amministratori locali le presenze si triplicano, se è previsto un contingente dell’esercito a Roma, in parte venga mandato ad Ostia. Perché il presidio del territorio è lo strumento principale per arginare la malavita e i suoi affari”.

Per Esposito, Ostia “è prigioniera delle famiglie malavitose da 15 anni. Me ne sono reso conto mettendo le mani sul più grande municipio di Roma. Mi domando dov’è stata la politica fino ad oggi e mi rendo conto che ancora oggi è fortemente assente. Solo con la presenza fisica della politica si combatte la pervasività di un malaffare che si percepisce – ha continuato Esposito – A Ostia non stiamo parlando di una malavita fatta di gentiluomini, essere intimoriti è più facile di quello che si pensa”.

Intanto, il pd “ha licenziato” Andrea Tassone, presidente del X municipio. Il minisindaco di Ostia aveva già deciso di dimettersi. E nella bufera del caso mafia, il senatore Esposito non ha voluto prolungare i tempi e così ha chiesto al minisindaco di andarsene subito, invito immediatamente accolto. La nuova giunta non sarà formata fino a maggio 2016, per più di un anno Ostia sarà amministrata da un commissario. “In questi mesi abbiamo cominciato a ripulire e abbiamo alzato il livello dell’azione politica – ha commentato su Fb il commissario del Pd di Roma Matteo Orfini – Dove quello che facevamo non era sufficiente, abbiamo fatto scelte dure e inusuali come a Ostia. Quando molti speravano nella paralisi, noi abbiamo in silenzio lavorato ancora di più. Chiudiamo il piano di rientro con un anno di anticipo, riorganizziamo le partecipate con la serietà e la durezza necessaria

a chiudere anni di gestione discutibile, sradichiamo i meccanismi criminogeni che hanno trasformato il dolore in terreno di speculazione – e lo facciamo con tale durezza che l’assessore Danese viene messa sotto scorta per proteggerla dalla reazione dei poteri criminali. Sono solo gli esempi di queste ore”.

Ti potrebbero interessare anche:

La nave "Nesibe E" lascia il porto di Civitavecchia
FIUMICINO/Comune in festa per la corsa podistica "Best Woman" contro la violenza sulle don...
Il porto di Civitavecchia lancia la sfida dei mega-yacht
Disastro ecologico a un passo da Roma. Animali e uccelli morti a Maccarese
Boom di merci e turisti, vanno a gonfie vele i porti laziali
Occupazione abusiva spiagge libere, tre denunce a Gaeta. Maxi sequestro



wordpress stat