| categoria: In breve

Listone Rcs, Elkann e Della Valle insieme per nomi del Cda

Mediobanca mette d’accordo Diego Della Valle e John Elkann. Per il rinnovo del Cda del gruppo del Corriere della Sera all’assemblea dei 23 aprile i maggiori soci, mister Tod’s compreso, voteranno gli stessi nomi. L’imprenditore marchigiano, negli ultimi anni andato più volte all’attacco del presidente di Fca, si è alla fine convinto a dare il suo appoggio al listone che vede l’ex a.d di Mondadori e attuale numero uno della Fieg, Maurizio Costa, candidato alla presidenza, la conferma di Pietro Scott Jovane come amministratore delegato e l’ingresso nel board del banchiere Gerardo Braggiotti, di Tom Mockridge (Ceo di Virgin Media prima di Sky Italia) e di Laura Cioli (ad Cartasì). Riconfermata poi Teresa Cremisi (presidente di Flammarion). A due giorni dal termine per il deposito delle liste – arriverà lunedì quella di minoranza dei fondi rappresentati da Assogestioni -, il lavoro di Piazzetta Cuccia, cui era stato dato mandato di comporre una lista di qualità e condivisa, ha permesso di far quadrare il cerchio. Lo strumento adottato è un accordo di voto, che scade al termine dell’assemblea del 23 aprile. Fiat Chrysler Automobiles (primo socio col 16,7%), le due finanziarie di Della Valle (7,3%), Mediobanca (6,2%), Pirelli (4,4%) e Intesa (4,2%), cui fa capo complessivamente il 38,9% del capitale di Rcs, hanno sottoscritto un accordo per la formazione e presentazione delle liste di candidati alla carica di amministratore e di sindaco e per l’esercizio del diritto di voto nell’assemblea del mese prossimo. La compagine si allarga al 43,5% se si considera anche Unipol (4,6%): la compagnia assicurativa voterà a favore del listone e non ha potuto partecipare al patto solo per problemi tecnici, legati alla legge sull’Opa, dal momento che ha movimentato titoli Rcs negli ultimi 12 mesi. Al fronte comune potrebbe poi unirsi la famiglia Rotelli (3,3%): consultata e coinvolta nelle trattative per la messa a punto dei candidati, alla fine dovrebbe – è l’auspicio dei soci – dare il proprio appoggio in assemblea. All’appello manca solo Urbano Cairo, che non ha nascosto le sue critiche alla gestione di Jovane, e considera inadeguato anche Costa. Non è chiaro se presenterà una lista autonoma. «Aspettiamo fiduciosi, Mediobanca sta lavorando per portare una lista. Ci auguriamo che sia condivisa. La aspetto fiducioso», aveva detto poco prima dell’annuncio del listino il presidente di Fca, John Elkann, mentre Marco Tronchetti Provera, numero uno di Pirelli, aveva confermato il nome di Costa per la presidenza

Ti potrebbero interessare anche:

TV/ Depardieu debutta in una serie comica russa
Sesso con le allieve, il prof di Saluzzo patteggia due anni
Ebola, il Camerun chiude la frontiera con la Nigeria
ARGENTINA/ Sotto inchiesta gli agenti della scorta di Nisman
Corruzione e adulterio, arrestato Ling Jihua, braccio destro di Hu Jintao
Shopping del fondo sovrano della Norvegia, spunta anche in Mps



wordpress stat