| categoria: sanità, Senza categoria

OPG/ Tempo scaduto, il ministero “commissaria” il Veneto

Scade oggi il termine per la chiusura degli Ospedali psichiatrici giudiziari, fissato dal decreto-legge n. 211 del 22 dicembre 2011. «Da domani, primo aprile, le misure di sicurezza del ricovero in Opg e dell’assegnazione a casa di cura e custodia – ricorda il ministero della Giustizia in una nota – saranno eseguite presso strutture residenziali socio-sanitarie denominate Residenze per l’esecuzione della misura di sicurezza (Rems)». «Sotto il monitoraggio dell’Organismo di coordinamento istituito presso il Ministero della Salute – spiega la nota del ministero – quasi tutte le regioni hanno individuato e allestito le strutture che saranno disponibili entro il termine previsto: sono strutture definitive o in alcuni casi provvisorie, predisposte per garantire il rispetto della scadenza fissata dalla legge. Alcune regioni completeranno tale percorso nelle prossime settimane: si tratta del Friuli Venezia Giulia, della Puglia, della Provincia autonoma di Trento e del Piemonte, che avrà la disponibilità di tali strutture solo fra qualche mese». ( Nel caso della Regione Veneto, spiega il ministero, si provvederà a un commissario, perché non sono state individuate le strutture necessarie e la regione «non risulta in condizione di prestare l’assistenza alle persone». Per le altre regioni inadempienti «eventuali commissariamenti si moduleranno in relazione alle concrete caratteristiche delle diverse realtà. Sarà il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, in collaborazione con l’Autorità giudiziaria, con le Regioni e con le Province autonome – rileva il ministero – a provvedere ai trasferimenti presso le Rems dei soggetti destinatari delle misure di sicurezza». In una lettera inviata nei giorni scorsi al ministro della Salute Beatrice Lorenzin in merito alla chiusura degli Opg, il ministro della Giustizia Andrea Orlando ha segnalato «l’opportunità che la prosecuzione della positiva esperienza dell’Organismo di coordinamento del ministero della Salute possa essere sostenuta dalla istituzione in ambito regionale di analoghi meccanismi di raccordo delle competenze coinvolte e della cooperazione istituzionale, anche sollecitando il contributo delle competenti Autorità giudiziarie».

Ti potrebbero interessare anche:

Vigili all'attacco del commercio abusivo: sequestrati fiori e ombrelli
Birra firmata Marco Caprai da terra Sagrantino
IL Ministero della Sanità invita i dipendenti a segnalare i casi di corruzione
EPATITE C/ Il pm Guariniello, le aziende si spartiscono il mondo
IL PUNTO/ Italia quasi inerme in guerra contro il terremoto
FOCUS/ Riaprono le scuole, torna la questione vaccini



wordpress stat